L'amante giapponese
by Rani Manicka
(*)(*)(*)(*)( )(105)
Quando nel 1916 Parvathi viene alla luce in una povera capanna di un villaggio di Ceylon, il sacerdote incaricato di predirne il futuro non ha buone notizie: nonostante le eccezionali ricchezze che l'aspettano, la sua vita sarà segnata dalla presenza del dio Serpente, portatore di sventura e infelicità. Sedici anni dopo, l'infausta profezia pare avverarsi: suo padre, avido e senza scrupoli, la promette in moglie a Kasu Marimuthu, ricco proprietario di un palazzo da fiaba in Malesia, facendo avere all'uomo la foto di una ragazza molto più bella di lei e spingendolo con l'inganno a sposarla. Scoperto il tranello quando ormai è troppo tardi per tirarsi indietro, Kasu Marimuthu tratta la giovanissima sposa con disprezzo e freddezza, e Parvathi teme di essere ripudiata. Se il suo destino è già scritto nelle stelle, lei non ha però intenzione di arrendersi e con l'aiuto di Maya, una guaritrice dotata di profonda umanità e di poteri straordinari, riuscirà a trasformarsi da ragazzina ingenua e timorosa in una donna colta e raffinata, in grado di tenere legato a sé il marito sia pure in un matrimonio senza amore. Ma quando scoppia la guerra Kasu muore e Parvathi viene adocchiata da un perfido e glaciale comandante giapponese di cui diventa l'amante e si innamora perdutamente. Questo incontro breve, ma intenso e un po' perverso, le cambia per sempre la vita.

Bry's Review

BryBry wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )

Confesso che ho adorato 'Madre del riso' e mi aspettavo di più dal romanzo che invece mi ha lasciato un pò delusa: poca attinenza con il titolo, ha una narrazione sempre curata e avvincente ma nonostante questo stenta a 'prendere' l'attenzione e si legge anche con un pò di fatica in alcuni punti. Il periodo in cui la protagonista diventa 'un'amante giapponese' non è incisiva, è una parentesi che può essere relegata come un'appendice a se stessa. Penso che il titolo debba in qualche modo rispecchiare la storia ma in questo caso è decisamente fuori luogo.