L'anima della frontiera
by Matteo Righetto
(*)(*)(*)(*)( )(94)

Val Brenta, fine Ottocento. Augusto De Boer campa coltivando tabacco e contrabbandando in Austria le eccedenze, attraverso cammini aspri e pericolosi, minacciati dalle bestie feroci, dagli agguati dei briganti e dalla sorveglianza dei finanzieri. Un giorno però non torna a casa. Dopo tre anni, toccherà alla figlia adolescente Jole percorrerne le orme e capire cosa sia successo al padre

Lavi's Review

LaviLavi wrote a review
00
(*)( )( )( )( )
In tutta sincerità, questo è stato uno dei libri più deludenti che abbia mai letto.. e i presupposti per essere un romanzo non banale c'erano, ma sono stati vanificati da due elementi difettosi non sorvolabili: i personaggi e i dialoghi. Nessuno tra i personaggi del libro spicca grazie ad una particolarità del carattere. Tutti, dalla protagonista all'antagonista, risultano piatti, stereotipati, noiosi. I dialoghi, che in un romanzo dobrebbero essere la parte più coinvolgente e scorrevole, sono inverosimili e artificiosi, al punto che in certi passaggi i personaggi non sembrano comunicare, ma parlare per non stare zitti. Non meno stridente è la lunghezza dei capitoli, che in certi casi non superano nemmeno le cinque righe, senza davvero una ragione..
Una grandissima delusione.