L'animale femmina
by Emanuela Canepa
(*)(*)(*)(*)( )(239)
Rosita è scappata dal suo malinconico paese, e dal controllo asfittico della madre, per andare a studiare a Padova. Sono passati sette anni e non ha concluso molto. Il lavoro al supermercato che le serve per mantenersi l'ha penalizzata con gli esami e l'unico uomo che frequenta, al ritmo di un incontro al mese, è sposato. Ma lei è abituata a non pretendere nulla. La vigilia di Natale conosce per caso un anziano avvocato, Ludovico Lepore. Austero, elegante, enigmatico, Lepore non nasconde una certa ruvidezza, eppure si interessa a lei. La assume come segretaria part time perché possa avere piú soldi e tempo per l'università. In ufficio, però, comincia a tormentarla con discorsi misogini, esercitando su di lei una manipolazione sottile. Rosita la subisce per necessità, o almeno crede. Non sa quanto quel rapporto la stia trasformando. Non sa che è proprio dentro una gabbia che, paradossalmente, si impara a essere liberi.

All Reviews

41
Cento_bookCento_book wrote a review
01
(*)(*)(*)(*)( )
«Per molto tempo non ho avuto il coraggio di farlo. Poi mi sono detta che dovevo tentare, e alla fine ci sono riuscita. Perché sapevo che là dentro sarei morta. E io invece volevo vivere»
Rosita è scappata dal suo malinconico paese, e dal controllo asfittico della madre, per andare a studiare a Padova. Sono passati sette anni e non ha concluso molto. Il lavoro al supermercato che le serve per mantenersi l'ha penalizzata con gli esami e l'unico uomo che frequenta, al ritmo di un incontro al mese, è sposato. Ma lei è abituata a non pretendere nulla. La vigilia di Natale conosce per caso un anziano avvocato, Ludovico Lepore. Austero, elegante, enigmatico, Lepore non nasconde una certa ruvidezza, eppure si interessa a lei. La assume come segretaria part time perché possa avere più soldi e tempo per l'università. In ufficio, però, comincia a tormentarla con discorsi misogini, esercitando su di lei una manipolazione sottile. Rosita la subisce per necessità, o almeno crede. Non sa quanto quel rapporto la stia trasformando. Non sa che è proprio dentro una gabbia che, paradossalmente, si impara a essere liberi.


Rosita Mulè crede di essere fortunata, di essere stata toccata dalla dea fortuna, e la possibilità offerta da Ludovico Lepore, avvocato ultrasettantenne, di poter lavorare part-time nel suo studio non è altro che una trappola. Una prova di annientamento:
«Sa perché non sono ancora in pensione?
Scuoto la testa.
– Perché mi diverto moltissimo. Le femmine sono animali interessanti.
«Femmine». Il termine mi disturba come un’unghia che gratta sulla lavagna.
– E questo studio è un punto di osservazione privilegiato per elaborare statistiche comportamentali. Mi affascina il modo in cui la maggior parte di loro scambia per carattere un insieme di automatismi che si attivano in reazione a uno stimolo. Credono si tratti di personalità, invece è un riflesso condizionato: dato un certo input, e tenuto conto delle variabili, il comportamento risulta sempre prevedibile.
Forse è pazzo. Di sicuro non ne posso più. Voglio andare via».
Piano piano, l’avvocato cerca di spersonalizzarla, dal cambio di abiti, alla coercizione nei comportamenti. L’avvocato nasconde una profonda misoginia. È un attento osservatore dei comportamenti umani, in particolare di quelli femminili. E lei non è nient’altro che l’animale femmina da osservare, da ammansire.

«Sono mesi che mi tormenta ai limiti dello stalking. Ragionare con lei è impossibile. Non vuole la soluzione più efficace sul piano dei diritti. Vuole che qualcuno le restituisca la vita che ha perso. O almeno un responsabile su cui infierire. Un cadavere per placare la rabbia. Tutte cose che io non posso darle».

Attraverso una narrazione che si gioca su diversi piani temporali, con una scrittura semplice, ma anche molto analitica e descrittiva la Canepa ci parla della forza delle donne e delle fragilità degli uomini, perché anche quando sembra che è arrivato il momento della resa può essere l’occasione giusta per pratica la resistenza.
AnnuskaAnnuska wrote a review
22
(*)(*)( )( )( )
essebi64essebi64 wrote a review
03
(*)(*)(*)(*)( )