L'enigma del solitario
by Jostein Gaarder
(*)(*)(*)(*)(*)(4,925)
Chi sei, tu? Sei un fante di fiori, una donna di cuori, un asso di quadri, un due di picche? Già, perche ognuno di noi non è che una carta in quel grande solitario chiamato vita, una carta che esce a un certo punto del gioco, prende il proprio posto sul grande tavolo dell'universo e segue le regole che altri hanno stabilito. Ma che cosa ci accadrebbe se, nel «grande solitario», spuntasse un jolly? Probabilmente ci sentiremmo un po' come il dodicenne Hans-Thomas che, nel suo viaggio verso la Grecia alla ricerca della mamma (fuggita di casa per trovare se stessa), scopre un'isola incantata (in cui vivono cinquantadue nani, un naufrago pieno d'immaginazione e un folletto molto sarcastico) e finisce per capire che l'unico modo per non essere schiacciati dal destino è trasformarsi lui stesso in un jolly curioso e impertinente, sempre pronto a porre (e a porsi) domande su tutto e su tutti. Dopo l'indimenticabile Sofia del suo primo, clamoroso best seller, Jostein Gaarder, lo scrittore che ha saputo fare della filosofia materia di storie affascinanti, ha dato corpo, voce e infinita curiosità a un altro bambino per continuare a raccontarci, come soltanto lui sa fare, la favola filosofica del mondo.

Jessica 's Review

Jessica Jessica wrote a review
02
(*)(*)( )( )( )
noioso
ho voluto leggerlo perché mi era piaciuto molto il mondo di Sofia di questo autore..ma questo proprio no, è un po troppo metaforico...tanto da sfiorare l'assurdo. sembra una storia per bambini ma noiosa e a volte poco comprensibile.
non sono riuscita ad apprezzarlo