L'idiota
by Fëdor Mihajlovič Dostoevskij
(*)(*)(*)(*)(*)(6,902)
Il principe Myškin, dopo gli anni trascorsi in una clinica svizzera, rientra in Russia. Sul treno che lo porta a Pietroburgo, conosce il rozzo Rogožin. Questi, invaghitosi della splendida Nastas’ja Filippovna, cerca di conquistarla col denaro appena ereditato. La giovane, sedotta in passato dal suo tutore

All Quotations

113
Chiara T.Chiara T. added a quotation
00
“Perché per punire un uomo di avere ucciso, lo uccidono?”
Chiara T.Chiara T. added a quotation
00
“Perché per punire un uomo di avere ucciso, lo uccidono?”
ReitiaReitia added a quotation
00
Alcune donne vogliono essere amate proprio in questo modo, e lei rientra in questa categoria. Il tuo carattere e il tuo amore devono colpirla molto. Ma lo sai che una donna è capace di tormentare un uomo con le sue crudeltà e derisioni, senza sentire mai, nemmeno una volta il minimo rimorso di coscienza, perché ogni volta dentro di sé potrà pensare, guardandoti: "Ecco, io adesso lo tormento fino alla morte, ma poi lo ripagherò con il mio amore..."?
ReitiaReitia added a quotation
00
Alcune donne vogliono essere amate proprio in questo modo, e lei rientra in questa categoria. Il tuo carattere e il tuo amore devono colpirla molto. Ma lo sai che una donna è capace di tormentare un uomo con le sue crudeltà e derisioni, senza sentire mai, nemmeno una volta il minimo rimorso di coscienza, More
lisabiancalisabianca added a quotation
00
lisabiancalisabianca added a quotation
00
lisabiancalisabianca added a quotation
00
lisabiancalisabianca added a quotation
00
lisabiancalisabianca added a quotation
00
lisabiancalisabianca added a quotation
00
zumurrudduzumurruddu added a quotation
09
"Un giorno se n’era andato a passeggiare sui monti; era una giornata limpida e piena di sole [...] Sopra di lui il cielo luminoso, laggiù in basso un lago, e tutt’intorno l’orizzonte limpido e sconfinato, senza limiti. Egli aveva guardato a lungo quello spettacolo, straziato dall’angoscia. [...] Lo tormentava la sensazione di essere estraneo a tutto ciò. L’idea che quello era un banchetto, un’eterna gioiosa festa senza fine, verso la quale egli si sentiva attratto da tempo, da sempre, fin dall’infanzia, ma alla quale non era mai riuscito ad accostarsi. Ogni mattina si levava quello stesso splendido sole; ogni mattina l’arcobaleno s’inarcava sulla cascata; ogni sera quella cima innevata laggiù, la più alta di tutte, al limite dell’orizzonte, s’incendiava di porpora; ogni “minuscolo moscerino, che gli ronzava attorno in un raggio di sole, anche lui era invitato al banchetto e prendeva parte al coro della vita, conosceva in esso il suo posto, lo amava ed era felice”; ogni filo d’erba cresceva ed era felice! Quel filo d’erba conosceva il suo cammino, e ogni cosa conosceva il suo cammino, giungeva cantando e cantando se ne andava; soltanto lui non sapeva nulla e non capiva nulla, né gli uomini, né i suoni intorno a lui; era solo un aborto estraneo a tutto il resto."
zumurrudduzumurruddu added a quotation
09
"Un giorno se n’era andato a passeggiare sui monti; era una giornata limpida e piena di sole [...] Sopra di lui il cielo luminoso, laggiù in basso un lago, e tutt’intorno l’orizzonte limpido e sconfinato, senza limiti. Egli aveva guardato a lungo quello spettacolo, straziato dall’angoscia. [...] Lo tormentava More
MaryGrayMaryGray added a quotation
00
«Come si fa a sapere quale significato potrà avere la comunione di un’anima con un’altra nei destini dell’umanità? […] Gettando il vostro seme, gettando la vostra ‘carità’, la vostra buona azione in qualunque forma, voi date una parte di voi stesso e accogliete in voi parte di un altro essere umano, entrate in comunione l’uno con l’altro. Con un po’ di attenzione sarete ricompensato dalla conoscenza e dalle scoperte più inaspettate. Incomincerete a considerare il vostro operato come una scienza che assorbirà tutta la vostra vita».
MaryGrayMaryGray added a quotation
00
«Come si fa a sapere quale significato potrà avere la comunione di un’anima con un’altra nei destini dell’umanità? […] Gettando il vostro seme, gettando la vostra ‘carità’, la vostra buona azione in qualunque forma, voi date una parte di voi stesso e accogliete in voi parte di un altro essere umano, More
TheHungryBookwormTheHungryBookworm added a quotation
00
Una stupida con il cuore e senza intelligenza è infelice quanto una stupida con l'intelligenza e senza cuore.
TheHungryBookwormTheHungryBookworm added a quotation
00
Una stupida con il cuore e senza intelligenza è infelice quanto una stupida con l'intelligenza e senza cuore.
IreneIrene added a quotation
00
Rimane sempre qualcosa impossibile da comunicare, per quanti volumi si possano scrivere nel tentativo di spiegarla; e che, anche avendo la forza per spiegare questa idea per trentacinque anni di fila, rimarrà sempre qualcosa che non vorrà uscire dal vostro cervello e che resterà rinchiusa dentro di voi per l'eternità. Voi morirete, ma non potrete mai comunicare a nessuno la sostanza più intima della vostra idea.
IreneIrene added a quotation
00
Rimane sempre qualcosa impossibile da comunicare, per quanti volumi si possano scrivere nel tentativo di spiegarla; e che, anche avendo la forza per spiegare questa idea per trentacinque anni di fila, rimarrà sempre qualcosa che non vorrà uscire dal vostro cervello e che resterà rinchiusa dentro di voi More
IreneIrene added a quotation
00
La questione è nella vita, unicamente nella vita, nella scoperta della vita, sconfinata ed eterna, e non certo nella scoperta di nuove terre.
IreneIrene added a quotation
00
La questione è nella vita, unicamente nella vita, nella scoperta della vita, sconfinata ed eterna, e non certo nella scoperta di nuove terre.