L'onore sopra ogni cosa
by Kathleen Grissom
(*)(*)(*)(*)( )(38)
James Burton, noto e stimato argentiere di Philadelphia, ha una benda nera che gli copre l'occhio sinistro. Nei salotti buoni della città le donne sussurrano che sia rimasto sfregiato durante un duello. Negli anni ha imparato a nascondere molti segreti. Nato in una grande casa coloniale nel Sud della Virginia, dall'unione illegittima tra Belle, una schiava mulatta, e Marshall Pyke, il giovane padrone della piantagione, James un giorno è stato accecato dall'ira e dalla disperazione. Ha impugnato un'arma e ha fatto fuoco contro Marshall, suo padre, che aveva deciso di venderlo come schiavo. La fuga, senza rivolgere la parola a nessuno per il timore di essere scoperto, è durata a lungo. Fino al giorno in cui Jamie Pyke è diventato James Burton, gentiluomo di Filadelfia, invitato ai ricevimenti dell'aristocrazia della città, poiché ne conosce diligentemente le regole e poiché è un uomo attraente e di bell'aspetto, capace di conquistare il cuore di Caroline, la figlia del cinico Mr Cardon, un ricco esponente dell'industria del taglio e del trasporto del legno in Pennsylvania. Vent'anni per lasciarsi alle spalle il passato e raggiungere una certa sicurezza. Ora però la paura, che non lo ha mai abbandonato, sta tornando a farsi sentire. Henry, un uomo di colore con cui ha esattamente da vent'anni un debito d'onore, ha bussato alla sua porta e gli ha chiesto di aiutarlo a ritrovare suo figlio, finito in mano ai negrieri.

All Reviews

5
MaristellaMaristella wrote a review
01
(*)(*)(*)( )( )
L'ONORE SOPRA OGNI COSA
Dopo il grande successo del suo romanzo d’esordio “Il mondo di Belle” (Neri Pozza 2013- Collana I Narratori delle tavole), Kathleen Grissom pubblica nel 2016, sempre per Neri Pozza, “L’onore sopra ogni cosa”, un sequel che può essere anche letto singolarmente e che racconta le vicende di uno dei protagonisti di cui, alla fine del libro precedente, sono state perse le tracce: il figlio “bianco” della mulatta Belle, nato da un abominevole stupro perpetrato dal giovane padroncino Marshall Pyke con l’aiuto del malvagio sorvegliante Rankin.
James, questo il nome del ragazzo, ha avuto fortuna durante la sua fuga. Ora è un rispettabile maestro argentiere a Philadelphia con grande disponibilità di mezzi finanziari. Bello e dannato d’aspetto, grazie anche alla mascherina nera che usa per coprire il suo occhio lesionato e che è un’ulteriore attrattiva per il mondo femminile che gli ruota intorno senza posa, James è ormai al sicuro grazie anche al supporto di Henry, un nero incontrato durante la sua disperata fuga e che lo ha aiutato permettendogli di sopravvivere e a quello del maggiordomo Robert, suo fedele paladino. Henry ha un figlio intelligente e allegro, il piccolo Pan. Decide di chiedere a sua volta aiuto a James affinchè prenda in casa Pan e gli insegni ad essere un degno servitore dei bianchi. James acconsente alla sua richiesta e scopre che il ragazzino è veramente curioso e dotato e il legame tra i due si fa sempre più stretto. Ma un giorno Pan, recatosi al porto per cercare un regalo degno del suo “padrone” Mr. James Burton, viene rapito e trasportato in una nave negriera per essere venduto come schiavo nelle grandi piantagioni del Sud. Il padre Henry disperato chiede aiuto a James per ritrovare il piccolo Pan e liberarlo. James sarà capace di perdere la sicurezza raggiunta, saldare il suo debito con Henry, fare delle scelte difficili, lasciare l’adorata amante Caroline in attesa di un bimbo suo e che non sa delle sue origini, e ripiombare nell’incubo di un viaggio a ritroso nel tempo durante il quale dovrà affrontare gli stessi pericoli da cui è scappato, lo stesso orrore già provato, le tremende punizioni per la colpa segreta commessa quando era poco più di un bambino?
Un ritorno nella grande America Sudista del 1830, popolata da personaggi straordinari e dal coraggio di chi, nella lotta per la libertà e i diritti umani, è capace di mettere a repentaglio la propria vita per un mondo migliore. Anche questo, come il primo libro, è certamente avvincente e appassionante e con le premesse per un terzo libro che credo possa arrivare abbastanza presto. Consiglio la lettura del romanzo precedente per poter apprezzare in pieno questa che comunque, pur interessante e ben condotta, non mi ha trascinato completamente come nel prequel.
antoinette87antoinette87 wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )
→ Recensione completa su THE BOOKISH TEAPOT: thebookishteapot.blogspot.de/2016/11/recensione-lonore-sopra-ogni-cosa-di.html

Tutti hanno un passato, bello o brutto che sia, da ricordare o da dimenticare.
E James Pyke non è da meno, soltanto c'è da dire che lui ne è in fuga.
Nato in quella parte d'America del 1800 dove gli schiavi erano considerati meno di zero e non avevano diritti ma soltanto doveri, ciò che lo rendeva diverso da loro era soltanto la sua pelle diafana.
Ma nonostante fosse cresciuto e amato come se fosse un bianco, non ha impedito al padre di tentare di venderlo ad un mercante di schiavi.
E' per questo che James scappa da quella vita, macchiandosi di un crimine, senza voltarsi indietro e cercando di dimenticare tutto l'accaduto.
Ma il passato, per quanto gli si è distanti e si cerchi di dimenticarlo, torna sempre per presentare il suo conto.

Dopo essersi costruito faticosamente una dignitosa e rispettosa vita a Filadelfia, James sarà infatti costretto a far ritorno in quelle terre arse dal sole per cercare il figlio dell'uomo che molti anni prima l'aveva aiutato e col quale si sentiva in debito. [...]