L'ultima estate a Deyning Park
by Judith Kinghorn
(*)(*)(*)(*)( )(86)
L’estate è la stagione più bella a Deyning Park. È come se la grande tenuta della famiglia Granville si risvegliasse dal torpore invernale per prepararsi a ospitare balli eleganti e ricevimenti sfarzosi. Anche per la giovane Clarissa l’estate è una stagione di rinascita; dopo mesi di solitudine, lei può finalmente riabbracciare i fratelli e godere di una nuova, inaspettata compagnia: quella di Tom, l’affascinante figlio della governante che, grazie all’intervento di un misterioso benefattore, ha potuto iscriversi all’università. Dapprima intimidita da quel ragazzo così taciturno e rispettoso del proprio ruolo – stare sempre un passo indietro e assistere alla vita dei Granville da dietro le quinte –, Clarissa a poco a poco stringe con lui una profonda amicizia, che poi sfocia in un grande amore. Un grande amore segreto, perché è chiaro che i suoi genitori non lo approverebbero mai. Ma Tom è ambizioso e determinato, e le fa una promessa solenne: una volta terminati gli studi, si trasferirà a Londra per esercitare la professione di avvocato e, non appena sarà diventato abbastanza ricco da colmare il baratro che lo separa dai Granville, chiederà la sua mano. Il destino, però, volta loro le spalle. Non soltanto qualcuno scopre la loro relazione clandestina, ma è il 1914, e quella sarà l’ultima estate di felicità a Deyning Park. Come una tempesta, la guerra si abbatterà sull’Inghilterra, spazzando via i sogni di Clarissa e le aspirazioni di Tom, la fortuna dei Granville e l’innocenza della giovinezza… Attraverso la storia dell’amore «impossibile» tra Clarissa e Tom, L’ultima estate a Deyning Park tratteggia un coinvolgente affresco della società inglese a cavallo della prima guerra mondiale, tra scandali e intrighi, antiche tradizioni e nuove mode, convenzioni sociali e passioni autentiche che superano ogni ostacolo.

Novella's Review

NovellaNovella wrote a review
22
(*)(*)( )( )( )
null
Non è scritto male ma la trama e la protagonista non mi sono piaciute. Dominano il libro le occasioni perdute, e l'amore non si vede praticamente mai. Due protagonisti che dovrebbero crescere dopo la guerra e che invece continuano a fare tutto tranne ciò che vorrebbero, per arrivare alla fine sfidando convenzioni che avrebbero potuto sfidare benissimo anni prima senza per forza tirarla così in lungo facendo soffrire altre persone. Non fa per me.

Comments

0
Come mai la scelta di questo libro? Cosa ti aveva attirato?
0
Come mai la scelta di questo libro? Cosa ti aveva attirato?
0
L'ho preso in biblioteca, le note di copertina parlavano di atmosfere alla "Downtown Abbey", e mi piacciono le atmosfere storiche inglesi. Ci ho provato, ma quasi sempre la componente "rosa" che intendo io è diversa da quello che intendono gli altri.
0
L'ho preso in biblioteca, le note di copertina parlavano di atmosfere alla "Downtown Abbey", e mi piacciono le atmosfere storiche inglesi. Ci ho provato, ma quasi sempre la componente "rosa" che intendo io è diversa da quello che intendono gli altri.