L'uomo di Kiev
by Bernard Malamud
(*)(*)(*)(*)(*)(371)
Basato su una vicenda realmente accaduta, L’uomo di Kiev è la storia di uno sconcertante caso giudiziario. È il 1911 e la Russia zarista è attraversata da frequenti scoppi di violenza antisemita. Yakov Bok è un ebreo che si guadagna da vivere come tuttofare; lasciato dalla moglie, cerca fortuna nell... More

All Quotations

28
AK-47AK-47 added a quotation
04
Una cosa ho imparato, pensò Yakov. Non esiste un uomo non politico(...)non puoi assistere con le mani in mano alla tua distruzione. Se lo stato agisce in maniera incompatibile con la natura umana, il male minore è distruggerlo.
AK-47AK-47 added a quotation
04
Una cosa ho imparato, pensò Yakov. Non esiste un uomo non politico(...)non puoi assistere con le mani in mano alla tua distruzione. Se lo stato agisce in maniera incompatibile con la natura umana, il male minore è distruggerlo.
AK-47AK-47 added a quotation
03
Che cosa dice Spinoza? Che il fine dello stato è di mantenere la pace e la sicurezza dell'uomo, in modo che possa compiere il suo lavoro quotidiano. È di aiutarlo a vivere i suoi poveri giorni nonostante le circostanze, la malattia, i terrori dell'universo, in modo, se non altro, da non rendergli la vita più grama di quello che è.
AK-47AK-47 added a quotation
03
Che cosa dice Spinoza? Che il fine dello stato è di mantenere la pace e la sicurezza dell'uomo, in modo che possa compiere il suo lavoro quotidiano. È di aiutarlo a vivere i suoi poveri giorni nonostante le circostanze, la malattia, i terrori dell'universo, in modo, se non altro, da non rendergli la... More
AK-47AK-47 added a quotation
05
Viviamo in un mondo dove gli orologi corrono, mentre Dio se ne sta sulla sua montagna, fuori dal tempo, a fissare lo spazio. Dio non ci vede e se ne infischia, di noi. Io lo voglio oggi, il mio pezzo di pane, non in paradiso.
AK-47AK-47 added a quotation
05
Viviamo in un mondo dove gli orologi corrono, mentre Dio se ne sta sulla sua montagna, fuori dal tempo, a fissare lo spazio. Dio non ci vede e se ne infischia, di noi. Io lo voglio oggi, il mio pezzo di pane, non in paradiso.
sandro'ssandro's added a quotation
012
Così, qualcosa ho imparato, si disse. Ho imparato questo, ma a che mi servirà? Mi aprirà le porte della prigione? Mi permetterà di uscire e di riprendere lamia povera vita? Mi renderà un po’ libero, quando sarò libero? Oppure ho imparato soltanto qual è la mia situazione: che l’oceano è salato, mentre anneghi, e anche sapendolo, sei annegato? Eppure, meglio saperlo che non saperlo. Un uomo deve imparare. E’ nella sua natura.
sandro'ssandro's added a quotation
012
Così, qualcosa ho imparato, si disse. Ho imparato questo, ma a che mi servirà? Mi aprirà le porte della prigione? Mi permetterà di uscire e di riprendere lamia povera vita? Mi renderà un po’ libero, quando sarò libero? Oppure ho imparato soltanto qual è la mia situazione: che l’oceano è salato, ment... More
sandro'ssandro's added a quotation
07
Era, in un certo senso, opera della storia. La storia è tutta piena di limiti e di barriere, come se, in una casa, avessero inchiodato le porte, e per uscire, bisognasse saltar giù dalla finestra. Se salti, puoi arrivare a testa sotto. Nella storia, che in certi momenti è più densa che in altri, succedono troppe cose. Ostrovsky gliel’aveva spiegato. Se la situazione è matura, quel che deve succedere aspetta solo che arrivi tu, per succedere. Con meno storia in giro si potrebbe passar via, o attraversarla: sembra pioggia, ma c’è il sole
sandro'ssandro's added a quotation
07
Era, in un certo senso, opera della storia. La storia è tutta piena di limiti e di barriere, come se, in una casa, avessero inchiodato le porte, e per uscire, bisognasse saltar giù dalla finestra. Se salti, puoi arrivare a testa sotto. Nella storia, che in certi momenti è più densa che in altri, su... More
AngebetAngebet added a quotation
00
"Che scelta ha un uomo che non sa tra cosa può scegliere?"
AngebetAngebet added a quotation
00
"Che scelta ha un uomo che non sa tra cosa può scegliere?"
LITTLEWINGLITTLEWING added a quotation
10
il suocero di Yakov, un uomo vestito di stracci, scarno e inquieto,
che pareva fatto di fiammiferi e aria frullata, era
arrivato con il suo cavallo scheletrico e il carretto sconquassato.
(...) Shmuel aveva passato da un pezzo la sessantina e aveva la barba grigia e arruffata,
gli occhi acquosi e la fronte solcata da rughe profonde. Pescò da una tasca del caffettano mezza zolletta di zucchero giallo e la offrì a Yakov, che scosse il capo. Il venditore ambulante
(era lui la dote della figlia: non aveva potuto dar niente e così faceva gentilezze, piccoli servigi, se possibile)
succhiò il tè attraverso lo zucchero, il genero invece lo bevve
senza addolcirlo. Era amaro, e lui dava la colpa all’esistenza.
LITTLEWINGLITTLEWING added a quotation
10
il suocero di Yakov, un uomo vestito di stracci, scarno e inquieto,
che pareva fatto di fiammiferi e aria frullata, era
arrivato con il suo cavallo scheletrico e il carretto sconquassato.
(...) Shmuel aveva passato da un pezzo la sessantina e aveva la barba grigia e arruffata,
gli occhi acquosi e la
... More
FurettocuriosoFurettocurioso added a quotation
00
"Cosa può spaventarmi, ancora?"
"Se si accorge di perdere la speranza pensi a Dreyfus. Ha passato tutto quello che ha passato lei, solo che la commedia era scritta in francese. Ci perseguitano nelle lingue più raffinate".
"Ci ho pensato. Non mi aiuta".
"Dreyfus è stato in prigione molti anni. Molti più di lei".
"Per ora".
FurettocuriosoFurettocurioso added a quotation
00
"Cosa può spaventarmi, ancora?"
"Se si accorge di perdere la speranza pensi a Dreyfus. Ha passato tutto quello che ha passato lei, solo che la commedia era scritta in francese. Ci perseguitano nelle lingue più raffinate".
"Ci ho pensato. Non mi aiuta".
"Dreyfus è stato in prigione molti anni. Molti
... More
FurettocuriosoFurettocurioso added a quotation
00
"Perché piangi?", le domandò.
"Per te, per me, per il mondo".
FurettocuriosoFurettocurioso added a quotation
00
"Perché piangi?", le domandò.
"Per te, per me, per il mondo".
FurettocuriosoFurettocurioso added a quotation
00
"Sono mai stato superbo, io? [...] No, che non sono superbo. Se Dio esiste sarò ben lieto di ascoltarlo. Se non ha voglia di parlare che apra la porta e mi faccia uscire di qui. Io non ho niente. Dal niente non si cava niente. Se vuole un favore deve dare lui per primo. Se non un favore, almeno un segno."
"Non chiedere segni, chiedi misericordia".
"Ho chiesto di tutto e non ho avuto niente". Yakov diede un sospiro e proseguì avvicinando la bocca allo spioncino. "In principio era il verbo, ma non era suo. Io la vedo così, adesso. La natura ha inventato se stessa e ha inventato anche l'uomo. Qualunque cosa ci fosse nella natura, c'era fin dal principio. L'ha detto Spinoza. Sembra impossibile, ma dev'essere vero. Quando si viene ai fatti, o Dio è una nostra invenzione e non ci può fare niente, o è una forza della Natura ma non della storia. Una forza non è un padre. è un vento gelato: prova a scaldartici. A dir la verità, per me Dio è un fallimento completo e ci ho messo una pietra sopra".
FurettocuriosoFurettocurioso added a quotation
00
"Sono mai stato superbo, io? [...] No, che non sono superbo. Se Dio esiste sarò ben lieto di ascoltarlo. Se non ha voglia di parlare che apra la porta e mi faccia uscire di qui. Io non ho niente. Dal niente non si cava niente. Se vuole un favore deve dare lui per primo. Se non un favore, almeno un s... More