La bussola d'oro
by Philip Pullman
(*)(*)(*)(*)(*)(6,012)
Lyra vive al Jordan College di Oxford. Ma il mondo di Lyra è ben diverso dalnostro. Oltre l'Oceano c'è l'America, ma lo stato più importante di quelcontinente si chiama Nuova Francia; giganteschi orsi corazzati regnanosull'Artico; lo studio della natura viene chiamato "teologia sperimentale". Esoprattutto ogni essere umano ha il suo daimon: un compagno, una parte di sédi sesso opposto al proprio, grazie al quale nessuno deve temere lasolitudine. Ma questo mondo sta per attraversare un periodo critico...

All Reviews

560 + 86 in other languages
GiulioresiGiulioresi wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )
Giordano BrunoGiordano Bruno wrote a review
00
(*)(*)(*)( )( )
A volte dare una seconda possibilità serve
Letto per la prima volta nel 2008 (lo so, il 2020 è stato l'anno delle riletture) mettendoci più di un mese perché propio non passava più, complice probabilmente il fatto che ricordavo la trama solamente a grandi, grandissime linee (anche un po' sfocate), questa seconda volta sono riuscito ad apprezzare di più questo primo volume della trilogia "Queste oscure materie" e ora procedo subito con il secondo perché stavolta la curiosità di proseguire mi è rimasta, a differenza della prima volta in cui non vedevo l'ora di cambiare aria. Bello, mi è piaciuto, tante idee sono decisamente interessanti (quella dei daimon prima di tutte) e finora come 'world building' lo trovo più interessante (e volutamente intellettuale) del tanto blasonato Harry Potter. Qualche perplessità mi rimane riguardo a qualche punto della trama, a livello di coerenza e di "perché succede questo?", ma proseguo nella lettura della trilogia perché magari la risposta verrà dopo (Pullman dice chiaramente e subito che la storia si sviluppa in tre volumi). Credo che ormai, anche Pullman sia diventato un classico per ragazzi, troppo adombrato però dalla Rowling che sembra assorbirsi gran parte del pubblico (sicuramente anche grazie al successo della saga cinematografica). Il film con Nicole Kidman è stato un flop, peccato, non mi era dispiaciuto (corro a rivedermelo), forse la serie tv ridarà a questi libri l'attenzione che meritano. Penso comunque che la trilogia di Pullman possa piacere anche a un pubblico un po' più adulto o più colto che non la saga dell'insipido maghetto di Hogwarts (sia chiaro: insipido il maghetto, non la saga letteraria). Speriamo che i prossimi due libri della trilogia mantengano le promesse e le premesse.
SUN50SUN50 wrote a review
130
(*)(*)(*)(*)(*)
A rich fantasy world (con TRADUZIONE)
The protagonist of the book is Lyra, a young girl, who is parent-less and seemingly friendless. She has grown up in an Oxford College and has developed a detachment to her guardians. She spends her days enjoying her youth and harassing those that turn out to be some of her greatest allies. For her, this book is a journey of self-discovery: a way of exploring the limits of her character and potential. Her adventure sees her befriend an armored polar bear and become the wielder of the golden compass. This is initially described as a lie detector but it is apparent that the depths of its power have not been fully explored.
This book retains all the classic elements of fantasy: magic, mythical creatures and supernatural phenomena. The world Pullman has created is physically intertwined with our own.
Each human has a “daemon” that is essentially their soul. These take on the form of an animal that is representative of the person, for example someone who is enthusiastic and friendly has a colorful cat whereas as solider has a wolf or a hound. The author does very little to explain this. It is just a “thing” that we are told about at the start but through the book we begin to see the significance of it. The fact that children’s daemons change is a subtle hint how children can be influenced and have not found their identity where as adults are secure and confident. In this the author has created an air of mystery as we explore the true meaning of the bond as we read further.

The plot is fantastic. The author manages to surprise the reader on several occasions as he drops several, massive plot turns. This sees the story go into unexpected directions. Some books are completely predictable and obvious in their direction; this one was not- The book begins as a simple rescue mission but ends as a story that is questioning the morals of all characters involved. The fate of the characters is destined in the mysteriousness of the northern lights; the gateway to beyond.
This is one of those books that is applicable to all ages; it originally appears to be a children’s book, but it can be enjoyed by anyone. Much of the content in here touches on themes that most children would not comprehend fully, never mind be able to philosophize about. The author considers spirituality, religion, morals and the existence of the soul, amongst other things. Most children would not pick up on these references and understand the significance of them; however, they would still adore the book.

The book can be seen as two separate entities existing at the same time; the first, and most obvious, is the one that appeals to children; the saving of innocents from despotic adults with lots of exciting characters. The second is on a deeper scale; the author explores the conflicting powers of science and religion, manipulation and morality in terms of actions being for a greater good. In this the author is a genius, he has wrote a book that can be both a children’s bed time read and an adult’s point of pondering.
Highly recommended.

TRADUZIONE

La protagonista del libro è Lyra, una giovane ragazza, che è senza genitori e apparentemente senza amici. È cresciuta all’Oxford College e ha sviluppato un distacco con i suoi tutori. Passa i suoi giorni a godersi la sua giovinezza e a molestare coloro che si rivelano essere alcuni dei suoi più grandi alleati. Per lei, questo libro è un viaggio di auto-scoperta: un modo per esplorare i limiti del suo carattere e del suo potenziale. La sua avventura la vede fare amicizia con un orso polare armato e la detentrice della bussola d’oro. Questo è inizialmente descritto come un rivelatore di bugie, ma è evidente che la profondità delle sue potenzialità non sono state completamente esplorate.
Questo libro contiene tutti gli elementi classici della fantasia: magia, creature mitiche e fenomeni soprannaturali. Il mondo creato da Pullman è fisicamente intrecciato con il nostro. Ogni essere umano ha un “daemon” che è essenzialmente la sua anima. Questi prendono la forma di un animale rappresentativo della persona, per esempio chi è entusiasta e amichevole ha un gatto colorato, mentre chi è solitario ha un lupo o un cane. L’autore fa ben poco per spiegarlo. E ’solo qualche cosa che ci viene detto all’inizio ma nel corso del libro cominciamo a vedere il suo significato. Il fatto che i “daemon” dei bambini cambino è un sottile indizio di come i bambini possano essere influenzati e non abbiano trovato la loro identità mentre da adulti sono sicuri e fiduciosi. In questo modo l’autore crea un’aria di mistero mentre esploriamo il vero significato del legame, proseguendo nella lettura.
La trama è fantastica. L'autore riesce a sorprendere il lettore in diverse occasioni creando diversi, massicci giri di trama. In questo modo la storia prende direzioni inaspettate. Alcuni libri sono del tutto prevedibili ed evidenti nella loro direzione; questo non lo è. Il libro inizia come una semplice missione di salvataggio ma finisce come una storia che mette in discussione la morale di tutti i personaggi coinvolti. Il fato dei personaggi è predestinato verso la misteriosità dell'aurora boreale, la porta d'accesso ad altri universi.
Questo è uno di quei libri applicabile a tutte le età; originariamente sembra un libro per bambini, ma può essere goduto da chiunque. Gran parte del contenuto qui tocca temi che la maggior parte dei bambini non comprenderebbe appieno, per non parlare della possibilità di filosofare. L’autore considera, tra le altre cose, la spiritualità, la religione, la morale e l’esistenza dell’anima. La maggior parte dei bambini non capirebbe questi riferimenti ed il loro significato; tuttavia, adorerebbero comunque il libro.
Il libro può essere visto come due entità separate che coesistono contemporaneamente; la prima, e la più ovvia, è quella che fa appello ai bambini; il salvataggio di innocenti da adulti dispotici con tanti personaggi eccitanti. La seconda è su una scala più profonda; l'autore esplora i poteri contrastanti della scienza e della religione, la manipolazione e la moralità in termini di azioni per un bene maggiore. In questo l'autore è un genio, ha scritto un libro che può essere sia il momento della lettura a letto dei bambini che il punto di riflessione di un adulto.
Fortemente raccomandato.
Arianna CurciArianna Curci wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )