La cena dei cretini by Emilio Fede
La cena dei cretini by Emilio Fede

La cena dei cretini

by Emilio Fede
(*)(*)( )( )( )(5)
1Review0Quotations0Notes
Description
Emilio Fede ne ha visti tanti di cretini nell'arco della sua vita. Un arco col quale proprio non riesce a lesinare frecciate. Forse per legittima difesa, o forse per una mai inaridita vena da polemista. Fatto sta che per la sesta volta è stato invitato a esprimere nero su bianco i suoi giudizi pepati su persone, personaggi e personalità del mondo del giornalismo, della politica e dello spettacolo. All'appello non manca nessuno: Nanni Moretti, Francesco Rutelli, Enrico Mentana, Michele Santoro, Massimo D'Alema, Antonio Di Pietro, Katia Noventa. E a ognuno Emilio indirizza il suo ironico e pungente strale: chi è, "politicamente parlando, cialtrone", chi sfoggia "una boccuccia atteggiata e rughe forse attenuate dal botulino". Lo fa già tempestivamente, in TG4 e quattr'otto, attraverso gli editoriali del suo notiziario televisivo, lo fa qui col più ampio respiro che la scrittura consente. Infatti non c'è solo pettegolezzo "al quale, con un pizzico di ipocrisia, attribuiamo il più prestigioso ruolo di 'commenti e riflessioni'", ci sono ritratti di colleghi stimati, reminiscenze di quand'era uno squattrinato corrispondente-volontario del "Messaggero", luci sul privato del Cavaliere, meditazioni sull'amore, la gelosia, il tradimento. Troppi ingredienti per un'etichetta sola. I lettori potranno misurarsi con dei test, apprendere tutta la verità sul suo chiacchierato rapporto con la "inimitabile, superaffascinante" Francesca Senette, ghignare per la dettagliata rassegna di "chi la vuole e non la chiede, chi vorrebbe darla e non la dà, e chi la dà anche a chi non la chiede". In più, Fede, cronista cronico, non manca di citare gli eventi più importanti degli ultimi tempi: dalle recrudescenze del conflitto arabo-israeliano al barbaro assassinio di Marco Biagi, dai no-global all'immigrazione clandestina. E per ognuno un pensiero, su ogni tema una presa di posizione. In una parola, un mondo: il mondo di Emilio Fede. Malelingue patentate, lettere anonime ma non troppo, sputtanamenti ingrati, dunque, ma anche storie di amicizia, amori confessati e opinioni scomode. Un altro libro, insomma, che farà discutere. Indiscutibilmente.
Community Stats

Have it in their library

0

Are reading it right now

0

Are willing to exchange it

About this Edition

Language

Italian

Publisher

Publication Date

Jan 1, 2002

Format

Other

ISBN

8804502959

ISBN-13

9788804502951