La convivialità
by Ivan Illich
(*)(*)(*)(*)(*)(90)
In questo libro Illich sostiene che lo strumento industriale ha oggi superatoin molti casi quella soglia critica oltre la quale diviene controproduttivo;si allontana cioè da quegli scopi per cui era stato progettato e generaimpotenza. Per esempio, la diffusione dei mezzi di trasporto riduce lavelocità media degli spostamenti; l'iperproduttività produce crisi economiche.L'alternativa a questo stato delle cose è rappresentata da quella che Illichchiama società conviviale". Lo strumento conviviale permette un controllopersonale e diretto, genera efficienza senza ridurre l'autonomia, non crearapporti di dipendenza ed estende il raggio d'azione individuale.

Giuash perplesso's Review

Giuash perplessoGiuash perplesso wrote a review
03
(*)(*)(*)(*)( )
Posti di fronte al disastro ecologico e sociale prossimo venturo, le alternative essenzialmente sono due: 1) dittatura globale di stampo burocratico e tecnofascista 2) il modello della convivialità descritto da Illich. Affascinante, probabilmente utopistico, ma strada obbligata per lo sviluppo dell'uomo e del pianeta nel nome dell'austerità e della sobrietà, delle relazioni sociali estese, del riappropriarsi del tempo e del saper fare le cose che oggi ci sono fornite 2 al prezzo di 3 dalla megamacchina industriale-consumistica, dello scambio di servizi e di esperienze, del rispetto verso il prossimo e l'ambiente. Chissà...forse nel XXII secolo....