La grande Caterina
by Carolly Erickson
(*)(*)(*)(*)( )(241)
Caterina II di Russia, nata principessa Sofia di Anhalt-Zerbst e andata in sposa a soli sedici anni all'erede al trono degli zar, è una delle più straordinarie e controverse figure femminili della storia europea. Questa biografia delinea, con grande precisione storica e brillante stile narrativo, la... More

All Reviews

23 + 1 in other languages
00
(*)(*)( )( )( )
Spoiler Alert
I parti affrontati da Caterina non sono nulla a confronto della lettura di questo libro...
Non posso assolutamente credere che una sovrana che ha dato tanto per la Russia abbia vissuto così, fosse stata tanto insicura e si sia trovata sul trono più per volere di altri che suo. Della Grande Caterina che conoscevo in questo libro non vi ho trovato nulla e spero che sia colpa della scrittrice che nella nota sulle fonti ha anche il coraggio di reputare gli altri scritti su Caterina banali e romanzati: Cara Carolly Erickson per quanto tu abbia un buon modo di scrivere ti prego inventati dei personaggi tuoi invece di infangare con le tue supposizioni (Caterina pensava, Caterina molto probabilmente voleva, etc) il ricordo di persone veramente esistite e se mai diventerò qualcuno ti prego non scrivere mai nulla su di me!
Per molti versi la figura di Caterina qui descritta mi ha fatto spesso ridere sfiorando il tragicomico.
Le descrizioni degli amanti dell'imperatrice poi sono state meravigliose, descritti tutti e spesso in tutta la loro bellezza, spesso se non belli sensuali, ed invece, appena ho visto sia le immagini interne e sia altre immagini su internet mi si è accapponata la pelle dai gusti terribili che aveva Caterina in fatto d'uomini.. il peggiore di tutti era senza dubbio Potemkin con cui faceva l'amore nel bagno turco nuotando come balene e che la faceva sentire inerme date le sue doti di amatore... ma per piacereeee!!!
Spero un giorno di leggere qualcosa di più realistico su Caterina dato che l'ho sempre ammirata...
00
(*)(*)(*)( )( )
Spoiler Alert
Si deve arrivare a pagina 349 per trovare la Grande Caterina, ovvero la sovrana illuminata che mi aveva affascinata durante lo studio della Storia Moderna.
E questa sarebbe una biografia? Dopo 428 pagine di "biografia" la mia conoscenza su questo periodo di storia russa è la stessa a quella antecedente alla lettura! Questa è più, come dire, una raccolta delle vicende dell'infanzia/arrivo in Russia dell'imperatrice (di questo arco temporale Caterina scrisse 7 diverse versioni della sua autobiografia) seguita dalla narrazione più o meno romanzata dei suoi costumi sessuali.

In questa biografia non esiste un personaggio positivo, Caterina compresa! Cominciamo con un orribile madre, un disgustoso marito e una terribile imperatrice. Poi comincia il bunga bunga, uno, due, tre…. Non li ho contati ma 25 amanti li avrà avuti di sicuro! Leggiamo di una Caterina che piange, piange e… piange. Non so quante volte ho letto di Caterina descritta come intelligente, gradevole ma bruttina! Una biografia piena di voli di fantasia dell’autrice (“forse...”, “probabilmente…” bella stai scrivendo una biografia!). A un certo punto cominci a vedere qualcosa di buono, riforme, istruzione, guerre vinte, un po’ di amore da parte del suo popolo ma… è derisa in tutta Europa per i suoi insignificanti amanti! Ma insomma! Ad un certo punto troviamo una grigia, pingue donna in menopausa che non riesce a stare un ora sola senza amore e si trova un amante 23enne? In alcune pagine sembrava un Harmony: sesso nel bagno turco, amanti, menage a trois, un amante all’anno, e viene inoltre descritta come una ninfomane ingorda, ma dai!

Una perla di pagina 351: "La zarina e il suo adorato amante... amavano incontrarsi nel bagno turco, dove si rilassavano o giocavano nell'acqua quasi bollente come due balene."