La historia interminable
by Michael Ende
(*)(*)(*)(*)(*)(10,865)

All Reviews

131 + 1063 in other languages
NiklausNiklaus wrote a review
03
(*)(*)(*)(*)( )
Avviso ai naviganti. Se come me avete deciso di approdare al libro memori del film di Wolfgang Petersen visto magari da piccoli, allora è bene sapere che il film, sebbene apparentemente autoconclusivo, rappresenta il primo terzo del libro. In pratica si ferma al capitolo 11 dei 26 totali.
Un fatto questo che ignoravo totalmente. Per la prima volta mi sento di dire che condivido in toto la scelta del regista perché come la prima parte è agevole da leggere, tutto il resto è talmente pieno di eventi e personaggi da farmi avere la percezione, letterale, di … una storia infinita.
In poche parole mentre la prima parte del libro è il "salvataggio" di Fantàsia da parte di Bastiano (per fare il quale deve infine arrivare in Fantàsia), tutto il resto del libro (omesso nel film) è la il trovare la via di ritorno e con essa la via per trovare sé stesso.

Un romanzo non scritto male o con fili narrativi lasciati in sospeso. Anzi. Ende è un signor scrittore che sa come gestire una trama forse un tantino ambiziosa. Questo per dire che se un lettore adulto non avrà particolari problemi a portare a termine la lettura, anche se con un po' di affanno, è un tantino troppo impegnativo per un bambino.
In un certo mi ha fatto pensare ad alcuni libri (posteriori in verità) come la trilogia di Philip Pullman iniziata con la Bussola d'Oro, un'opera che presentava molteplici piani di lettura ma che coesistevano placidamente (se non li scorgevi nessun problema la storia era per tutti). Qui non so quanto ci sia riuscito a separare gli strati.

Nota conclusiva. Sorpresa nella sorpresa lo scoprire che il nome del personaggio non è il Bastiàn filmico ma nella versione italiana del libro Bastiano Baldassarre Bucci. Cosa curiosa il nome originale è Bastian Balthasar Bux che nelle varie edizioni (ho controllato 6 lingue) rimane sostanzialmente indentico a parte l'accento o l'assenza della "h". Una cosa quindi solo italica che mi fa venire in mente i film degli anni '40-'50 dove i nomi dei personaggi americani venivano italianizzati. Chissà forse nella mente di qualcuno si voleva che ciascun lettore vedesse il personaggio come "proprio" ma credo sia innegabile che un nome più brutto di Bastiano Baldassarre Bucci io non l'abbia mai trovato in libro (del resto perché "Bux" va bene a spagnoli e portoghesi e non ad un italiano è mistero insondabile o per dirla come Ende nel libro "ma questa è un'altra storia che dovrà essere raccontata altrove").
Jose FrancoJose Franco wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)(*)
TBS • The Book SeekerTBS • The Book Seeker wrote a review
01
EclipseDeLunaEclipseDeLuna wrote a review
01
(*)(*)(*)(*)(*)