La misura del tempo
by Gianrico Carofiglio
(*)(*)(*)(*)( )(1,171)
Tanti anni prima Lorenza era una ragazza bella e insopportabile, dal fascino abbagliante. La donna che un pomeriggio di fine inverno Guido Guerrieri si trova di fronte nello studio non le assomiglia. Non ha nulla della lucentezza di allora, è diventata una donna opaca. Gli anni hanno infierito su di lei e, come se non bastasse, il figlio Iacopo è in carcere per omicidio volontario. Guido è tutt'altro che convinto, ma accetta lo stesso il caso; forse anche per rendere un malinconico omaggio ai fantasmi, ai privilegi perduti della giovinezza. Comincia così, quasi controvoglia, una sfida processuale ricca di colpi di scena, un appassionante viaggio nei meandri della giustizia, insidiosi e a volte letali.

Tommaso Tamagnini's Review

Tommaso TamagniniTommaso Tamagnini wrote a review
01

Il primo libro che leggo di Carofiglio. Ho apprezzato come ha saputo rendere così scorrevole un libro pur pieno di dettagli tecnici, come quelli del processo penale. Interessante la storia parallela che si dipana pian piano leggendolo, e il finale non scontato.