La stranezza che ho nella testa
by Orhan Pamuk
(*)(*)(*)(*)( )(213)
Mevlut e Rayiha si sono incontrati una sola volta: i loro sguardi si sono incrociati per pochi secondi al matrimonio di un parente. Per tre anni Mavlut le scrive appassionate lettere d'amore finché un giorno decidono di fuggire assieme.
Ma quando finalmente l'ha strappata alla casa paterna e pu
... More

downisthenewup - Pedro Lemebel's Quote

00
[...] Era arrivato a capire che, quando gridava "Boo-zaa", le immagini che popolavano la sua mente mentre camminava prendevano forma anche nella testa della gente e che era per questo che lo invitavano a casa e gli compravano la boza.
[...] Quando gridava "Boo-zaa" nele strade, al crepuscolo, aveva la sensazione di non rivolgersi solo alle finestre dalle tende tirate, ai muri spogli e senza intonaco, ai cani diabolici che intuiva nascosti negli angoli, o alle famiglie dietro le finestre, ma anche al proprio universo interiore. Perché quando gridava "Boo-zaa" aveva la sensazione che le immagni nella sua testa gli uscissero dalla bocca come le nuvolette dei fumetti e si dissolvessero come sbuffi di vapore nelle strade esauste, solo per intriderle. Vendendo la boza di notte, intuiva che l'universo che aveva in testa era un tutt'uno con la strada che percorreva. A volte aveva la sensazione che questa informazione così scioccante fosse una sua scoperta, oppure una speciale illuminazione, di cui Dio gli aveva fatto dono esclusivo, un bagliore divino. Le sere in cui usciva dal buffet con la mente confusa, scopriva il suo mondo interiore fra le ombre della città, camminando per vendere boza.
00
[...] Era arrivato a capire che, quando gridava "Boo-zaa", le immagini che popolavano la sua mente mentre camminava prendevano forma anche nella testa della gente e che era per questo che lo invitavano a casa e gli compravano la boza.
[...] Quando gridava "Boo-zaa" nele strade, al crepuscolo, av
... More