La traversata dei sensi
by Nedjma
(*)(*)(*)( )( )(130)
Zobida, il cui nome "profuma di burro gustoso e si scioglie sulle labbra come zucchero", è una vedova un po' avanti negli anni, pressoché analfabeta, ma grande esperta di faccende d'amore. A lei ricorrono le donne del villaggio come a una saggia consigliera - anche un po' fattucchiera e maga - per ricevere aiuto e suggerimenti. Leila è una ragazza bella e sensuale, inizialmente ingenua e inesperta, che ha gettato su di sé e sulla famiglia il sospetto di una grave colpa. Durante la prima notte di nozze non è riuscita a consumare il matrimonio, facendo fare una pessima figura alla virilità del marito. La colpa, si dice, è della madre, che ha fatto sigillare la figlia per preservarne la verginità e che si è dimenticata di sciogliere l'incantesimo prima di morire. Il romanzo è il diario del viaggio che Zobida e Leila intraprendono insieme alla ricerca della donna che dovrebbe annullare l'imbarazzante stregoneria. Ben presto però, l'esplorazione nello spazio, ricca di incontri e avventure, diventa per Leila un viaggio di formazione erotica e sentimentale, un vero percorso di apprendimento che la porterà alla scoperta del proprio corpo, in ogni sua parte, e alla conquista di una libertà inattesa. Uscendo dai confini-limite del villaggio, la giovane scopre la bellezza della natura dove il corpo può muoversi libero e danzare e dove, sotto la guida esperta di Zobida, può imparare un piacere intenso e generoso.

ilsegretodelbosco's Review

ilsegretodelboscoilsegretodelbosco wrote a review
325
(*)(*)(*)( )( )

Nedjima, dopo La mandorla, si addentra nel tema dell’iniziazione al sesso.

La scrittura del testo è ben fatta e per questo ne deriva una lettura scorrevole e piacevole.

Sui contenuti ho ascoltato pareri assolutamente opposti che indicano una mancanza di una vera e propria storia, cosa che a mio giudizio non è assolutamente vera. Credo piuttosto che già in partenza relegare un lavoro come questo nell’ambito della letteratura erotica sia sbagliato e più in generale è sbagliata proprio la divisione per ambiti o categorie. A mio giudizio esiste una sola divisione possibile, quella che divide la buona letteratura da quella meno buona e via dicendo.  La traversata dei sensi non è un capolavoro, ma nemmeno un romanzo da buttar via. E poi smettiamola con questa falsa ipocrisia per cui diventerebbe hard o erotica ogni pagina in cui le cose vengono chiamate con il loro nome. Voglio dire che si può scrivere bene facendo liberamente riferimento al sesso, con buona pace di bigotti e ben pensanti!

Comments

2
Come non essere d'accordo con te!👏😉
2
Come non essere d'accordo con te!👏😉
2
Sono d'accordo, anzi. Sono ancora più estremista: la sola divisione è quella che separa la letteratura dalla paccottiglia.
2
Sono d'accordo, anzi. Sono ancora più estremista: la sola divisione è quella che separa la letteratura dalla paccottiglia.
2

Assolutamente d'accordo con te! 👍🏻

2

Assolutamente d'accordo con te! 👍🏻