Lasciami entrare
by John Ajvide Lindqvist
(*)(*)(*)(*)( )(3,191)
A Blackeberg, quartiere degradato alla periferia ovest di Stoccolma, ilritrovamento del cadavere completamente dissanguato di un ragazzo segnal'inizio di una lunga scia di morte. Sembrerebbe trattarsi di omicidi rituali,ma anche c'è anche chi pensa all'opera di un serial killer. Mentre nelquartiere si diffonde la paura, il dodicenne Oskar, affascinato dalle impresedell'assassino, gioisce segretamente sperando che sia finalmente giunta l'oradella rivalsa nei confronti dei bulletti che ogni giorno lo tormentano ascuola. Ma non è l'unica novità nella sua vita, perché Oskar ha finalmenteun'amica, una coetanea che si è appena trasferita nel quartiere. Presto i dueragazzini diventano più che semplici amici. Ma c'è qualcosa di strano in Eli,dal viso smunto, i capelli scuri e i grandi occhi. Emana uno strano odore, nonha mai freddo, se salta sembra volare e, soprattutto, esce di casa soltanto lanotte... "Lasciami entrare" è una tenera e crudele storia d'amore, vendetta evampiri, un racconto fantastico e commovente sul dolore dell'infanzia e laforza dell'amicizia, dove sangue e orrore devono piegarsi alla potenzadell'amore e alla voglia di vivere.

Andrea F.'s Review

Andrea F.Andrea F. wrote a review
02
(*)(*)(*)(*)(*)
Piacevole sorpresa

Ho approcciato questo romanzo con un po' di timore, attirato più che altro da diverse buone recensioni e dalla provenienza dell'autore. Un romanzo vampiresco con un protagonista dodicenne... lo confesso, ero pronto ad abbandonarlo al primo sentore di young adult. E invece. Scritto davvero bene, con quello stile scandinavo pulito e incisivo al quale, da Stieg Larssonn in poi, ci siamo piacevolmente abituati. Ma non solo: la storia è tutt'altro che scontata, e il prevedibile romanzo di formazione si accompagna a temi come la diversità e l'emarginazione, trattati con intelligenza ed eleganza, senza luoghi comuni. Ritmo vivace, rifiuto degli stilemi del genere, alcune scelte coraggiose. Insomma, un bel libro.