Le nozze letale
by Charlotte Byrd
(*)(*)(*)(*)( )(1)
Per salvare la vita di mio padre e l'eredità della nostra famiglia, devo sposare un uomo crudele che mi vuole solo come trofeo. Prima pensavo che Franklin Parks fosse un uomo cattivo, ma ora so che è un mostro. Per sopravvivere, dovrò batterlo al suo stesso gioco. Ma poi Henry Asher, il mio unico e ... More

Romanticamente Fantasy Sito (NO SCAMBI)'s Review

00
(*)(*)(*)(*)( )
Maria Antonietta - per RFS
.
Care fenici, Charlotte Byrd con il secondo libro della sua trilogia ci porta nel vivo della storia d’amore tra Aurora ed Henry. In verità questa bellissima storia nata per caso e vissuta con passione e molte difficoltà è a un punto morto. È così che ritroviamo i due protagonisti, a un bivio in cui la distanza fisica tra i due diventa un problema insormontabile, poiché Henry è sempre lontano per lavoro. Decidono così di prendersi una pausa, molto sofferta ma indispensabile in questo momento, contemporaneamente nella vita di Aurora si aggiunge un ulteriore problema che non aveva previsto.

I genitori la coinvolgono in un ricatto che solo lei può soddisfare. Franklin Parks è un uomo potente e amico di famiglia, lui la vuole a tutti i costi, forse perché nessuna gli ha mai detto di no. Tutto il lavoro e l’azienda dei suoi genitori andrebbero perduti se non accettasse questa proposta imprevista. Che deciderà Aurora? Il destino sembra farle brutti scherzi o forse è meglio così, visto l’andazzo che sta subendo la sua vita amorosa!

Nonostante tutto lei ama profondamente Henry e nonostante tutti i problemi, i due ragazzi si amano come il primo giorno. È struggente questo sentimento e puro, soprattutto perché nell’ambiente snob in cui è vissuta Aurora le cose semplici sono un miraggio, il loro amore invece è genuino e privo di archibugi.

Ho trovato per certi versi il personaggio di Henry un po’ troppo buonista e con poco carattere, a questo punto penso che sia una strategia dell’autrice di renderlo succube degli eventi, poiché è quello vulnerabile dal punto di vista economico e sociale, spero in una rimonta nel prossimo volume, visto la sua astuzia.

Lei invece è più decisa e non accetta di essere usata o manovrata ma, ahimè, a volte bisogna fare delle scelte anche se poco gradite.

Non mancano i colpi di scena che rendono il romanzo accattivante e coinvolgente.

Il personaggio di Franklin è imprevedibile e subdolo, darà del filo da torcere alla bella Aurora, mentre con Henry si dimostra amichevole, anche troppo! Ciò che si nasconde dietro questo ricatto rimane un mistero fino alla fine, i genitori di Aurora, che sono le vittime di tutto questo, mi hanno dato un’impressione poco chiara e alquanto misteriosa. La madre di Aurora è altezzosa e odiosa, proprio insopportabile! In tutto questo marasma compare un nuovo personaggio femminile che si aggiunge al terzetto rimescolando le dinamiche e aggiungendo pepe alla storia. Le caratterizzazioni dei personaggi sono ben definite e approfondite.

Come al solito, finisce sul più bello e quindi non ci resta che aspettare di vedere come andrà a finire nel terzo e ultimo libro.

Buona lettura care fenici e alla prossima avventura.
00
(*)(*)(*)(*)( )
Maria Antonietta - per RFS
.
Care fenici, Charlotte Byrd con il secondo libro della sua trilogia ci porta nel vivo della storia d’amore tra Aurora ed Henry. In verità questa bellissima storia nata per caso e vissuta con passione e molte difficoltà è a un punto morto. È così che ritroviamo i due protagonisti, a un bivio in cui la distanza fisica tra i due diventa un problema insormontabile, poiché Henry è sempre lontano per lavoro. Decidono così di prendersi una pausa, molto sofferta ma indispensabile in questo momento, contemporaneamente nella vita di Aurora si aggiunge un ulteriore problema che non aveva previsto.

I genitori la coinvolgono in un ricatto che solo lei può soddisfare. Franklin Parks è un uomo potente e amico di famiglia, lui la vuole a tutti i costi, forse perché nessuna gli ha mai detto di no. Tutto il lavoro e l’azienda dei suoi genitori andrebbero perduti se non accettasse questa proposta imprevista. Che deciderà Aurora? Il destino sembra farle brutti scherzi o forse è meglio così, visto l’andazzo che sta subendo la sua vita amorosa!

Nonostante tutto lei ama profondamente Henry e nonostante tutti i problemi, i due ragazzi si amano come il primo giorno. È struggente questo sentimento e puro, soprattutto perché nell’ambiente snob in cui è vissuta Aurora le cose semplici sono un miraggio, il loro amore invece è genuino e privo di archibugi.

Ho trovato per certi versi il personaggio di Henry un po’ troppo buonista e con poco carattere, a questo punto penso che sia una strategia dell’autrice di renderlo succube degli eventi, poiché è quello vulnerabile dal punto di vista economico e sociale, spero in una rimonta nel prossimo volume, visto la sua astuzia.

Lei invece è più decisa e non accetta di essere usata o manovrata ma, ahimè, a volte bisogna fare delle scelte anche se poco gradite.

Non mancano i colpi di scena che rendono il romanzo accattivante e coinvolgente.

Il personaggio di Franklin è imprevedibile e subdolo, darà del filo da torcere alla bella Aurora, mentre con Henry si dimostra amichevole, anche troppo! Ciò che si nasconde dietro questo ricatto rimane un mistero fino alla fine, i genitori di Aurora, che sono le vittime di tutto questo, mi hanno dato un’impressione poco chiara e alquanto misteriosa. La madre di Aurora è altezzosa e odiosa, proprio insopportabile! In tutto questo marasma compare un nuovo personaggio femminile che si aggiunge al terzetto rimescolando le dinamiche e aggiungendo pepe alla storia. Le caratterizzazioni dei personaggi sono ben definite e approfondite.

Come al solito, finisce sul più bello e quindi non ci resta che aspettare di vedere come andrà a finire nel terzo e ultimo libro.

Buona lettura care fenici e alla prossima avventura.