Le parole di Sara
by Maurizio de Giovanni
(*)(*)(*)(*)( )(343)
Due donne si parlano con gli occhi. Conoscono il linguaggio del corpo e per loro la verità è scritta sulle facce degli altri. Entrambe hanno imparato a non sottovalutare le conseguenze dell’amore. Sara Morozzi l’ha capito molto presto, Teresa Pandolfi troppo tardi. Diverse come il giorno e la notte, sono cresciute insieme: colleghe, amiche, avversarie leali presso una delle più segrete unità dei Servizi. Per amore, Sara ha rinunciato a tutto, abbandonando un marito e un figlio che ha rivisto soltanto sul tavolo di un obitorio. Per non privarsi di nulla, Teresa ha rinunciato all'amore.Trent'anni dopo, Sara prova a uscire dalla solitudine in cui è sprofondata dalla scomparsa del suo compagno, mentre Teresa ha conquistato i vertici dell’unità. Ma questa volta ha commesso un errore: si è fatta ammaliare dagli occhi di Sergio, un giovane e fascinoso ricercatore. Così, quando il ragazzo sparisce senza lasciare traccia, non le resta che chiedere aiuto all'amica di un tempo. E Sara, la donna invisibile, torna sul campo. Insieme a lei ci sono il goffo ispettore Davide Pardo e Viola, ultima compagna del figlio, che da poco l’ha resa nonna, regalandole una nuova speranza.

All Reviews

41
BisleyBisley wrote a review
222
(*)(*)(*)(*)(*)
“ Le parole di Teresa erano quelle di Sara. Parole che abitavano nel silenzio.”
Se non fosse stato per la ripetitività di alcuni concetti riguardanti le due protagoniste in cui l’autore si perde un po’ troppo spesso avrei dato 5 stelle piene, considerando il libro nel suo ambito di noir, ovviamente.
Il caso di turno è piuttosto intricato, ed entrano in scena nuovi personaggi che riemergono dal passato; nuovi tasselli della vita personale dei protagonisti prendono il loro posto, in un’atmosfera mista di nostalgia, rimpianto ma anche determinazione e bisogno di fare le proprie scelte vivendo pienamente il tempo che la vita concede; colpi di scena sorprendono, ma De Giovanni li racconta con una calma e una serenità disarmante, come se fossero gli eventi più naturali del mondo.
In un attimo si passa da situazioni di freddo ragionamento per ricostruire gli eventi a momenti di grande tenerezza, quando l’anima di chi è abituato ad agire nell’anonimato si concede una pausa mettendo a nudo i propri pensieri e la propria identità.
E poi c’è lui, Boris, il Bovaro del Bernese fuori taglia che fa praticare sci nautico urbano al suo insoddisfatto proprietario, e ha il compito di strapparti un sorriso divertito.
Quando arrivi all’ultima pagina non sai se passare subito al terzo volume oppure, visto che in tutto sono quattro, aspettare un poco, dedicarti prima ad altre letture per non arrivare troppo presto alla fine di tutto.
Mezzanotte è passata, e io non ho ancora deciso … !
Kyra l'elfoKyra l'elfo wrote a review
00
(*)(*)(*)( )( )
IncipitmaniaIncipitmania wrote a review
02
(*)(*)(*)(*)(*)
Mariarita MarchettiMariarita Marchetti wrote a review
01
(*)(*)(*)(*)( )