Le porte di fuoco
by Steven Pressfield
(*)(*)(*)(*)(*)(368)
Xeone, arciere e scudiero dell'esercito del re spartano Leonida, unico sopravvissuto al massacro delle Termopili, viene ferito e fatto prigioniero. In un appassionante viaggio della memoria racconta al re Serse il saccheggio della sua città da parte degli Argivi, l'uccisione dei genitori, la fuga con l'amata e il suo apprendistato tra le schiere spartane. "Le porte di fuoco" intreccia eventi storici, una toccante storia d'amore e i misteri del mito facendo rivivere l'umanità, le passioni, i sentimenti degli antichi eroi.

All Reviews

53 + 3 in other languages
00
(*)(*)(*)( )( )
Questa è Sparta!
Questo romanzo dovrebbe parlare della battaglia delle Termopili, ovvero il celeberrimo scontro che vi fu tra le truppe persiane e quelle capitanate dal Re Leonida.
Dopo il fortunato film 300, questa storia sicuramente è tornata molto di moda e ha interessato una fetta di pubblico maggiore rispetto a prima.
Probabilmente anche io mi sono accostata a questo libro perchè piacevolmente colpita dal film e con la voglia di saperne di più, di leggere un romanzo più fedele ai reali accadimenti rispetto alla pellicola.
Devo dire che le mie aspettative sono state in parte disattese in quanto la battaglia è solamente un capitolo all'interno del romanzo. Questo romanzo è l'ipotetico racconto che l'unico sopravvissuto tra i 300 narra a Serse ed è il racconto della sua vita ma anche dell'educazione spartana che ha ricevuto. Pertanto prima di arrivare alla battaglia in questione vi sono molti episodi della vita del protagonista che vengono esplorati ed alcuni sono più interessanti di altri.
Tralasciando la trama, spendo qualche parola sulla prosa che seppur abbastanza scorrevole talvolta ha un po' peccato di inutile retorica. vi sono moltissime descrizioni e alcune tendono ad essere fin troppo minuziose, specie quando vanno a porre l'accento su dettagli che potevano essere tranquillamente trascurati o che bastava venissero menzionati una volta sola. Altro appunto che voglio fare è inerente alle imprese dei vari personaggi che si incontrano nel corso della lettura, imprese che a mio avviso sono forse fin troppo stereotipate ed eroiche, più degne di un poema cavalleresco piuttosto che di un racconto "psuedo" reale dell'episodio storico.
è comunque un libro scritto bene e che si legge con interesse e piacevolezza.
Ronin76Ronin76 wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)(*)
giumorkgiumork wrote a review
01
(*)(*)(*)(*)(*)
ArcaArca wrote a review
00
(*)(*)(*)( )( )