Le sette morti di Evelyn Hardcastle
by Stuart Turton
(*)(*)(*)(*)( )(878)
Blackheath House è una maestosa residenza di campagna cinta da migliaia di acri di foresta, una tenuta enorme che, nelle sue sale dagli stucchi sbrecciati dal tempo, è pronta ad accogliere gli invitati al ballo in maschera indetto da Lord Peter e Lady Helena Hardcastle. Gli ospiti sono membri dell’alta società, ufficiali, banchieri, medici ai quali è ben nota la tenuta degli Hardcastle. Diciannove anni prima erano tutti presenti al ricevimento in cui un tragico evento – la morte del giovane Thomas Hardcastle – ha segnato la storia della famiglia e della loro residenza, condannando entrambe a un inesorabile declino. Ora sono accorsi attratti dalla singolare circostanza di ritrovarsi di nuovo insieme, dalle sorprese promesse da Lord Peter per la serata, dai costumi bizzarri da indossare, dai fuochi d’artificio.
Alle undici della sera, tuttavia, la morte torna a gettare i suoi dadi a Blackheath House. Nell’attimo in cui esplodono nell’aria i preannunciati fuochi d’artificio, Evelyn, la giovane e bella figlia di Lord Peter e Lady Helena, scivola lentamente nell’acqua del laghetto che orna il giardino antistante la casa. Morta, per un colpo di pistola al ventre.
Un tragico decesso che non pone fine alle crudeli sorprese della festa.L’invito al ballo si rivela un gioco spietato, una trappola inaspettata per i convenuti a Blackheath House e per uno di loro in particolare: Aiden Bishop. Evelyn Hardcastle non morirà, infatti, una volta sola. Finché Aiden non risolverà il mistero della sua morte, la scena della caduta nell’acqua si ripeterà, incessantemente, giorno dopo giorno. E ogni volta si concluderà con il fatidico colpo di pistola.
La sola via per porre fine a questo tragico gioco è identificare l’assassino. Ma, al sorgere di ogni nuovo giorno, Aiden si sveglia nel corpo di un ospite differente. E qualcuno è determinato a impedirgli di fuggire da Blackheath House

All Reviews

152
Micky BeckyMicky Becky wrote a review
01
FrahorusFrahorus wrote a review
01
(*)(*)(*)( )( )
Dal titolo pensavo fosse un giallo, e non mi ero sbagliato, anche se è difficile dargli una collocazione perché presenta anche elementi oserei dire "fantasy" (ma non posso spiegarlo per non fare spoiler). Come prima impressione, soprattutto all'inizio, non si capisce bene quello che succede al nostro protagonista, fortunatamente pian piano ci viene spiegato (anche se restano dubbi e perplessità anche a lettura ultimata). Come ci spoilera (anche troppo) il titolo avviene un omicidio: una ragazza, Evelyn, muore in questa villa abbandonata durante una cerimonia in costume, accanto a un laghetto. Chi sarà stato ad ucciderla? E perché muore più di una volta? Sarà proprio il nostro protagonista che avrà l'arduo compito di indagare (a sue spese) e ci metterà anima e corpo nel farlo.

Devo dire che la lettura di questo romanzo sembrava non finire mai (avrei pensato di terminarlo in pochi giorni, invece c'ho impiegato due settimane, anche se non ero costante nella lettura tutti i giorni devo ammetterlo) e ti spiazza di capitolo in capitolo, per fortuna poi ci viene rivelato cosa realmente sta succedendo al protagonista e diciamo la trama acquista un senso logico, anche se, secondo me, l'autore ha creato una confusione incredibile e facilmente ti confonderai con tutte le persone che si muovono in questa storia.

Devo essere sincero: nella prima parte avevo anche considerato di abbandonarlo, ma dalla seconda parte in poi si riprende e ti incuriosisce, anche perché il protagonista riesce a muoversi meglio nelle indagini. Anche a me ha ricordato il film Ricomincio da capo.
Birba76dsBirba76ds wrote a review
01
(*)(*)(*)( )( )
LE SETTE MORTI DI EVELYN HARDCASTLE di STUART TURTON – RECENSIONE LIBRO

A primo impatto ho provato molta confusione nel leggere il romanzo, non è stato facile entrare nella storia, perché non è spiegato cosa succede ma ci si catapulta fin da subito nella vicenda e questo modo di iniziare un libro mi blocca molto e solo dopo la lettura dei primi otto capitoli, ho cominciato a capire come funziona questo mondo e più precisamente il loop temporale nel quale è bloccato il protagonista. Aiden, il protagonista stesso, è presentato fin da subito nel corpo di un’altra persona e per questo all’inizio non riuscivo a comprendere cosa stesse succedendo e il motivo per cui Aiden si trovasse in questa persona, consapevole di esserlo ma allo stesso tempo, con la chiarezza dei propri pensieri e sentimenti. Fortunatamente, continuando con la lettura, l’impressione è cambiata e sono riuscita a comprendere e appassionarmi alla storia stessa.

“La certezza è la prima cosa di cui mi abbia privato Blackheath”

La particolarità della storia è che si tratta di un vero e proprio rompicapo al quale bisogna prestare molta attenzione per non perdersi alcun indizio, infatti, ogni più piccolo dettaglio è essenziale per arrivare a risolvere il caso. Un rompicapo che non si riesce a risolvere, chi ha ucciso Evelyn Hardcastle?

“Sto per svelare un segreto che cerco di scoprire da molto tempo, e quando ci riuscirò, tutto questo avrà fine.”

Tutta la storia ruota intorno alla morte di Evelyn e al vero colpevole del suo omicidio, facendo capire che ogni personaggio incontrato dal protagonista è davvero come sembra e che ognuno di loro indossa una maschera, dove anche tutti i personaggi che ruotano intorno alle incarnazioni del protagonista, anche il più innocente all’apparenza, sono disposti a tradire il prossimo pur di salvare se stesso.

Le Sette Morti di Evelyn Hardcastle, è un romanzo davvero originale, geniale, che può essere considerato un giallo classico dove avviene un omicidio a porte chiuse, dove vi è anche l’intervento del paranormale, viste le incarnazioni del protagonista in sette personaggi diversi e un romanzo con un pizzico di distopia.

La scrittura di Stuart Turton è davvero elegante, raffinata con uno sguardo attento e arguto a ogni personaggio. Scritto in prima persona e raccontato direttamente dal protagonista attraverso le sue incarnazioni, dicendo solo quello che sa lo stesso, e i fatti vendono giudicati e osservati dall’interno dell’ambiente rappresentato. Troviamo tutto sommato, un linguaggio ricco, di registro alto, dove predominano le sequenze narrative e descrittive alternate da riflessioni e con un ritmo piuttosto lento all’inizio della lettura.

Un romanzo che alla fine mi è piaciuto, una volta superate le prime cento pagine circa, la lettura è diventata scorrevole con un esito davvero sorprendente e un finale che ha ribaltato completamente ogni mia opinione o aspettativa anche se mi ha lasciato con un piccolo senso d’insoddisfazione, come se mancasse qualcosa…

Stuart Turton mi ha colpito e incuriosito molto, ha creato una storia davvero unica e originale e leggerò sicuramente altri suoi romanzi!

Sicuramente, Le Sette Morti di Evelyn Hardcastle, non entrerà a far parte dei miei libri preferiti e non mi viene voglia di comprare la versione cartacea per aggiungerla alla mia collezione, in ogni caso è un romanzo piacevole e che posso tranquillamente consigliare a tutti gli amanti dei generi gialli con un pizzico di paranormale.

 

Recensione completa nel blog: https://danyshobbies.blogspot.com/2021/10/le-sette-morti-di-evelyn-hardcastle-di.html

 

GiuliaSabbaGiuliaSabba wrote a review
00
(*)(*)(*)( )( )