Lo specchio nello specchio
by Michael Ende
(*)(*)(*)(*)( )(137)
Giramondo, funamboli, angeli, dittatori, donne obese, principesse si muovono attraverso stanze, palcoscenici, deserti, cattedrali e creano storie di volta in volta poetiche, bizzarre, assurde, surreali, sinistre. Al lettore il compito di fare da «specchio» alle immagini che gli si propongono con i suoi ricordi, le sue esperienze, i suoi sogni.

All Quotations

4
NeonsynthNeonsynth added a quotation
00
"Un inizio è sempre un'assurdità mostruosa. Perché? Perché non esiste! Forse che la natura conosce un inizio? No! Dunque iniziare è contro natura. [...]".
NeonsynthNeonsynth added a quotation
00
"Un inizio è sempre un'assurdità mostruosa. Perché? Perché non esiste! Forse che la natura conosce un inizio? No! Dunque iniziare è contro natura. [...]".
00
Quando già hanno percorso un buon tratto della strada in salita, il fanciullo si ferma ancora una volta e si volge indietro. “È vero quello che ha detto lo spazzino? Che tutto il male comincia quando si dimentica una nostalgia?”
“Comincia prima”, risponde il ginn. “Comincia sempre con una speranza perduta.” E più tardi, molto più tardi., quando già il bimbo pensa ai giochi che lo aspettano, il ginn, da tempo di nuovo solo e rinchiuso dentro la sua torre di ghiaccio, mormora ancora una volta fra sé: “Nessuno può immaginare fino a che punto può giungere uno che ha perso la speranza”.
00
Quando già hanno percorso un buon tratto della strada in salita, il fanciullo si ferma ancora una volta e si volge indietro. “È vero quello che ha detto lo spazzino? Che tutto il male comincia quando si dimentica una nostalgia?”
“Comincia prima”, risponde il ginn. “Comincia sempre con una speranza perduta.”
More
00
“Certamente conosci un sacco di favole, vero?”
“Le conosco tutte”, risponde il bambino, pieno di orgoglio, “tutte quelle che esistono. C’è uno che me le racconta e lui sa tutte le fiabe del mondo.”
“Questo è bello. E naturalmente sai pure che sono vere.”
“Sicuro!”
Lo spazzino annuisce ancora una volta. “Benone. Io non dico che non siano vere. Se uno sa raccontarle nel modo giusto sono tutte vere. Però, vedi, sono soltanto e sempre le storie dei vincitori, finiscono sempre bene, in una maniera o nell’altra. Ma anche le storie degli sconfitti sono vere, solo che vengono dimenticate alla svelta. Forse perché gli stessi sconfitti le dimenticano. Sì, ecco perché.”
“Gli sconfitti?” chiede il bambino, avvicinandosi ancora un poco. “Non ne ho mai sentito parlare! Esistono davvero?”
Lo spazzino allunga la mano per carezzare la guancia del fanciullo, ma questi si ritrae con un movimento brusco. Lo spazzino sorride come per chiedere scusa.
“Ho l’impressione, nonostante tutto”, dice con voce roca, “che in realtà tu conosca una storia sola, bambino mio, soltanto la storia del centesimo principe, colui che riesce a sciogliere l’enigma, ma non quella dei novantanove prima di lui, che vanno in rovina perché a loro non è andata bene. E quasi tutte le loro storie terminano qui, in questa strada.”
00
“Certamente conosci un sacco di favole, vero?”
“Le conosco tutte”, risponde il bambino, pieno di orgoglio, “tutte quelle che esistono. C’è uno che me le racconta e lui sa tutte le fiabe del mondo.”
“Questo è bello. E naturalmente sai pure che sono vere.”
“Sicuro!”
Lo spazzino annuisce ancora una volta.
More
00
“Toglie la fertilità alla terra. Nessun ventre partorirà più e tutti i semi moriranno. E quando tutto sarà divenuto sterile, sparirà anche la razza umana. Forse resterà un ultimo uomo, forse diventerà molto vecchio, magari sarà proprio lui a scoprire finalmente il segreto dell’immortalità terrena. Sarà solo e invocherà la morte che però non verrà. E scriverà l’ultimo capitolo nel libro dell’umanità, che dirà così: Alla fine l’uomo distrusse il cielo e la terra. E la terra era desolata e vuota, ed era buio nell’abisso. E l’ultimo uomo gridò: Sia la luce! Ma tutto rimase buio. Così una sera senza mattino divenne l’ultima notte.”
00
“Toglie la fertilità alla terra. Nessun ventre partorirà più e tutti i semi moriranno. E quando tutto sarà divenuto sterile, sparirà anche la razza umana. Forse resterà un ultimo uomo, forse diventerà molto vecchio, magari sarà proprio lui a scoprire finalmente il segreto dell’immortalità terrena. Sarà More