Mattatoio n. 5, o La crociata dei bambini
by Kurt Vonnegut
(*)(*)(*)(*)(*)(8,351)

All Quotations

175
Filippo BigliardiFilippo Bigliardi added a quotation
00
📖 È così breve, confuso e stonato, caro Sam, perché non c’è nulla di intelligente da dire su un massacro. Si suppone che tutti siano morti, e non abbiano più niente da dire o da pretendere. Dopo un massacro tutto dovrebbe tacere, e infatti tutto tace, sempre, tranne gli uccelli. E gli uccelli cosa dicono? Tutto quello che c’è da dire su un massacro, cose come “Puu-tii-uiit?”.

📖 Ho detto ai miei figli che non devono, in nessuna circostanza, partecipare a un massacro, e che le notizie di massacri compiuti tra i nemici non devono riempirli di soddisfazione o di gioia.

📖 Ho anche detto loro di non lavorare per società che fabbricano congegni in grado di provocare massacri, e di esprimere il loro disprezzo per chi pensa che congegni del genere siano necessari.

📖 “Perché proprio io?”. “Questa è una tipica domanda da terrestre, signor Pilgrim. Perché proprio lei? Perché proprio noi, allora? Perché qualsiasi cosa? Perché questo momento semplicemente è.

📖 Non c’è nessun perché.

📖 “Perché proprio io?” domandò alla guardia. La guardia lo spinse nella fila. “Perché proprio tu? Perché chiunque altro, allora?” disse.
Filippo BigliardiFilippo Bigliardi added a quotation
00
📖 È così breve, confuso e stonato, caro Sam, perché non c’è nulla di intelligente da dire su un massacro. Si suppone che tutti siano morti, e non abbiano più niente da dire o da pretendere. Dopo un massacro tutto dovrebbe tacere, e infatti tutto tace, sempre, tranne gli uccelli. E gli uccelli cosa ... More
CaRoCaRo added a quotation
00
Un giorno Rosewater disse a Billy una cosa interessante su un lbro che non era di fantascienza. Disse che tutto quello che c'era da sapere sulla vita si poteva trovare nei Fratelli Karamazov di Fëdor Dostoevskij. " Ma non basta più" disse Rosewater.
CaRoCaRo added a quotation
00
Un giorno Rosewater disse a Billy una cosa interessante su un lbro che non era di fantascienza. Disse che tutto quello che c'era da sapere sulla vita si poteva trovare nei Fratelli Karamazov di Fëdor Dostoevskij. " Ma non basta più" disse Rosewater.
StarlightStarlight added a quotation
00
“In realtà, l’apatia di Billy era un paravento. Nascondeva una mente che sprizzava scintille, una mente che stava preparando lettere e discorsi..”
StarlightStarlight added a quotation
00
“In realtà, l’apatia di Billy era un paravento. Nascondeva una mente che sprizzava scintille, una mente che stava preparando lettere e discorsi..”
StarlightStarlight added a quotation
00
“DIO MI CONCEDA LA SERENITÀ DI ACCETTARE LE COSE CHE NON POSSO CAMBIARE, IL CORAGGIO DI CAMBIARE QUELLE CHE POSSO E LA SAGGEZZA DI COMPRENDERE SEMPRE LA DIFFERENZA.”
StarlightStarlight added a quotation
00
“DIO MI CONCEDA LA SERENITÀ DI ACCETTARE LE COSE CHE NON POSSO CAMBIARE, IL CORAGGIO DI CAMBIARE QUELLE CHE POSSO E LA SAGGEZZA DI COMPRENDERE SEMPRE LA DIFFERENZA.”
StarlightStarlight added a quotation
00
“Il piccolo Billy era terrorizzato, perché suo padre gli aveva detto che gli avrebbe insegnato a nuotare col metodo “nuota o affoga”. Lo avrebbe gettato dove non si tocca e Billy, dannazione, avrebbe nuotato.”
StarlightStarlight added a quotation
00
“Il piccolo Billy era terrorizzato, perché suo padre gli aveva detto che gli avrebbe insegnato a nuotare col metodo “nuota o affoga”. Lo avrebbe gettato dove non si tocca e Billy, dannazione, avrebbe nuotato.”
Capolavori900Capolavori900 added a quotation
00
Non c'è nulla di intelligente da dire su un massacro. Si suppone che tutti siano morti, e non abbiano più niente da dire o da pretendere. Dopo un massacro tutto dovrebbe tacere, e infatti tutto tace, sempre, tranne gli uccelli. E gli uccelli cosa dicono? Tutto quello che c'è da dire su un massacro, cose come "Puu-tii-uiit?"
Capolavori900Capolavori900 added a quotation
00
Non c'è nulla di intelligente da dire su un massacro. Si suppone che tutti siano morti, e non abbiano più niente da dire o da pretendere. Dopo un massacro tutto dovrebbe tacere, e infatti tutto tace, sempre, tranne gli uccelli. E gli uccelli cosa dicono? Tutto quello che c'è da dire su un massacro, ... More
Capolavori900Capolavori900 added a quotation
00
Di fronte a lei si sentiva imbarazzato, debole e ingrato, perché lei aveva faticato tanto per metterlo al mondo e per tenercelo, e a Billy quel mondo non piaceva affatto.
Capolavori900Capolavori900 added a quotation
00
Di fronte a lei si sentiva imbarazzato, debole e ingrato, perché lei aveva faticato tanto per metterlo al mondo e per tenercelo, e a Billy quel mondo non piaceva affatto.
Capolavori900Capolavori900 added a quotation
01
Credo che voi altri dovrete scovare un fracco di nuove meravigliose bugie, per far sì che alla gente non passi la voglia di vivere.
Capolavori900Capolavori900 added a quotation
01
Credo che voi altri dovrete scovare un fracco di nuove meravigliose bugie, per far sì che alla gente non passi la voglia di vivere.
Capolavori900Capolavori900 added a quotation
00
È tutto accaduto, più o meno
Capolavori900Capolavori900 added a quotation
00
È tutto accaduto, più o meno
giadinskjgiadinskj added a quotation
00
Secondo lui l'intento dei Vangeli era di insegnare alla gente, fra le altre cose, a essere misericordiosi, anche verso i più umili.
Ma i Vangeli finirono in realtà per insegnare questo: "Prima di uccidere un uomo accertatevi bene che non sia imparentato con qualcuno di importante". Così va la vita.
La magagna nelle storie di Cristo, diceva l'essere venuto dallo spazio, era che Cristo, malgrado le apparenze, era il Figlio dell'Essere più potente dell'universo. I lettori lo capivano e così, quando arrivavano alla crocifissione, naturalmente pensavano (e qui Rosewater lesse a voce alta):
"Ok ragazzi… hanno proprio preso un granchio nello scegliere il tizio da linciare!"
E un fratello pensò anche: "C'è invece della gente che si deve linciare". Chi? La gente non ben imparentata. Così va la vita.
L'essere venuto dallo spazio fece dono alla Terra di un nuovo vangelo. In esso Gesù era davvero un tizio qualsiasi, e costituiva una seccatura per un sacco di gente meglio imparentata di lui. Anche lì aveva da dire tutte le cose belle e imbarazzanti che diceva negli altri Vangeli.
Così la gente un giorno si divertì a inchiodarlo a una croce e a piantare la croce a terra.
Non potevano esserci ripercussioni di alcun genere, pensavano quelli che l'avevano linciato. Anche il lettore era indotto a pensarlo, dato che il nuovo Vangelo seguitava a ripetere che Gesù era proprio un ometto qualsiasi.
E poi, appena prima che l'ometto morisse, i cieli si aprirono, e vi furono tuono e lampi. Dall'alto scese la voce di Dio. Questi disse alla gente che egli adottava il povero vagabondo, dandogli pieni poteri e privilegi di Figlio del creatore dell'universo per tutta l'eternità. Ecco cosa disse: "Da questo momento in poi, Egli punirà orribilmente chiunque tormenterà un vagabondo senza parenti importanti!"
giadinskjgiadinskj added a quotation
00
Secondo lui l'intento dei Vangeli era di insegnare alla gente, fra le altre cose, a essere misericordiosi, anche verso i più umili.
Ma i Vangeli finirono in realtà per insegnare questo: "Prima di uccidere un uomo accertatevi bene che non sia imparentato con qualcuno di importante". Così va la vita.
... More