Metà di un sole giallo
by Chimamanda Ngozi Adichie
(*)(*)(*)(*)(*)(847)
Metà di un sole giallo è la storia di molte Afriche. L’Africa sensuale della splendida Olanna, che rinuncia ai privilegi per amare il professore idealista Odenigbo, e quella concreta della sua gemella Kainene, che affronta il mondo con l’arma del sarcasmo. L’Africa superstiziosa di Mama e Amala e quella

All Quotations

20
ZiobettoZiobetto added a quotation
00
Ci sono cose talmente imperdonabili da rendere perdonabile tutto il resto.
ZiobettoZiobetto added a quotation
00
Ci sono cose talmente imperdonabili da rendere perdonabile tutto il resto.
darjeedarjee added a quotation
11
Ridacchiavano parlando del carattere tribale della politica nigeriana e di come in fondo quella gente non fosse ancora pronta a prendere in mano le redini di un governo.
darjeedarjee added a quotation
11
Ridacchiavano parlando del carattere tribale della politica nigeriana e di come in fondo quella gente non fosse ancora pronta a prendere in mano le redini di un governo.
darjeedarjee added a quotation
11
Tese l'orecchio per udire i suoi passi allontanarsi sul pavimento dell'ingresso coperto di tappeti. Solo adesso che erano tornate dall'Inghilterra, e che vivevano di nuovo sotto lo stesso tetto, Olanna si rendeva davvero conto della distanza che si era aperta tra loro. Kainene era sempre stata una bambina introversa, poi un'adolescente scostante e astiosa, quella delle due che non sforzandosi di compiacere i genitori lasciava a Olanna il compito ingrato. Ma nonostante tutto erano inseparabili. Una volta si consideravano amiche. Olanna si era sempre chiesta a che punto della storia fosse tutto cambiato. Di sicuro prima della partenza per l'Inghilterra, visto che a Londra non avevano più gli stessi amici. Forse durante il liceo a Heathgrove. Forse ancora prima. Non era mai successo nulla, nessuna grossa lite, nessun incidente memorabile, diciamo piuttosto che si erano allontanate a poco a poco, ma ormai era Kainene quella risolutamente ancorata a una debita distanza, attenta a impedire ogni possibile riavvicinamento.
darjeedarjee added a quotation
11
Tese l'orecchio per udire i suoi passi allontanarsi sul pavimento dell'ingresso coperto di tappeti. Solo adesso che erano tornate dall'Inghilterra, e che vivevano di nuovo sotto lo stesso tetto, Olanna si rendeva davvero conto della distanza che si era aperta tra loro. Kainene era sempre stata una bambina More
Sally68Sally68 added a quotation
06
Insegnò loro com'era fatta la bandiera del Biafra.
Rosso era il sangue dei fratelli assassinati nel Nord; nero era il lutto per la loro morte; verde, il colore della prosperità a venire del Biafra e, infine, la metà di un sole giallo indicava la gloria futura del paese.
Sally68Sally68 added a quotation
06
Insegnò loro com'era fatta la bandiera del Biafra.
Rosso era il sangue dei fratelli assassinati nel Nord; nero era il lutto per la loro morte; verde, il colore della prosperità a venire del Biafra e, infine, la metà di un sole giallo indicava la gloria futura del paese.
Sally68Sally68 added a quotation
07
La sirena non scattò alle prime ore del mattino, perciò quando dal nulla giunse quel tremendo uua-uuua-uua dei bombardieri, e lei era intenta a setacciare la farina di mais per la pappa di Baby, Olanna seppe che era la volta buona. Sarebbe morto qualcuno. Tutti, forse. La morte era l'unica cosa che avesse ancora un senso, pensò, mentre si calava nel sottosuolo, prendeva un po' di terra in mano e se la passava tra le dita, in attesa che il bunker saltasse in aria. Le bombe erano più forti e più vicine. La terra tremò. Non sentì nulla. Fu come galleggiare dall'interno di se stessi. Ci fu un'altra esplosione e la terra vibrò, e uno dei bambini nudi che davano la caccia ai grilli scoppiò a ridere. Dopodichè cessarono i boati e la gente intorno cominciò a muoversi. Se lei fosse morta, se Odenigbo e Baby e Ugwu fossero morti, il bunker avrebbe avuto ancora l'odore della terra appena arata, il sole sarebbe sorto lo stesso e i grilli avrebbero continuato a saltare. La guerra sarebbe proseguita senza di loro. Olanna sospirò, piena di una rabbia che le ribolliva dentro. Fu proprio la sensazione di non contare nulla a trasformare la sua estrema paura in furia. Basta, era decisa a reagire. Non avrebbe continuato a esistere passivamente, aspettando la morte. In attesa che il Biafra ottenesse la vittoria, non avrebbe più concesso ai barbari di dettare legge nella sua vita.
Sally68Sally68 added a quotation
07
La sirena non scattò alle prime ore del mattino, perciò quando dal nulla giunse quel tremendo uua-uuua-uua dei bombardieri, e lei era intenta a setacciare la farina di mais per la pappa di Baby, Olanna seppe che era la volta buona. Sarebbe morto qualcuno. Tutti, forse. La morte era l'unica cosa che avesse More
Sally68Sally68 added a quotation
06
Saranno state sì o no quattro tazze di riso.
- Era comunque un furto, nkem.
- Mio padre e i suoi amici politici rubano a furia di contratti, ma nessuno li costringe a inginocchiarsi e implorare perdono.
Sally68Sally68 added a quotation
06
Saranno state sì o no quattro tazze di riso.
- Era comunque un furto, nkem.
- Mio padre e i suoi amici politici rubano a furia di contratti, ma nessuno li costringe a inginocchiarsi e implorare perdono.
Sally68Sally68 added a quotation
04
....finché lo vide chino su un corpo disteso a terra. Olanna fissò il suo petto nudo e peloso, la barba lunga e le ciabatte sfondate e all'improvviso la precarietà della sua, della loro esistenza la colpì come una stretta violenta alla gola, come una fitta di terrore..
Sally68Sally68 added a quotation
04
....finché lo vide chino su un corpo disteso a terra. Olanna fissò il suo petto nudo e peloso, la barba lunga e le ciabatte sfondate e all'improvviso la precarietà della sua, della loro esistenza la colpì come una stretta violenta alla gola, come una fitta di terrore..
Chiapaneco NazzChiapaneco Nazz added a quotation
07
una giovane donna elegante si era avvicinata a Richard alla stazione ferroviaria e gli aveva detto: «Vieni a casa mia. Non l’ho mai fatto con un oyinbo e adesso voglio provare di tutto, altroché!», e rideva, anche se la smania che aveva negli occhi sembrava una cosa seria. Lui aveva liberato la mano e si era allontanato, stranamente triste al pensiero che quella donna sarebbe finita a letto con un altro sconosciuto. Pareva che gli abitanti di quella città dagli alti alberi del ferro volessero strappare alla vita tutto quello che potevano, prima che la guerra li derubasse di ogni possibilità.
Chiapaneco NazzChiapaneco Nazz added a quotation
07
una giovane donna elegante si era avvicinata a Richard alla stazione ferroviaria e gli aveva detto: «Vieni a casa mia. Non l’ho mai fatto con un oyinbo e adesso voglio provare di tutto, altroché!», e rideva, anche se la smania che aveva negli occhi sembrava una cosa seria. Lui aveva liberato la mano More
Chiapaneco NazzChiapaneco Nazz added a quotation
06
Così funziona l’amore: una catena di coincidenze che accumulano significato e si trasformano in miracoli
Chiapaneco NazzChiapaneco Nazz added a quotation
06
Così funziona l’amore: una catena di coincidenze che accumulano significato e si trasformano in miracoli
Sally68Sally68 added a quotation
08
Olanna si strinse al petto la cugina. Le sembrava che ogni cosa fosse in ordine lì, come doveva essere, e che se anche qualche volta ruzzolava a terra, alla fine avrebbe comunque ritrovato il proprio posto. Ecco perché era venuta a Kano, per quella limpida pace.
Sally68Sally68 added a quotation
08
Olanna si strinse al petto la cugina. Le sembrava che ogni cosa fosse in ordine lì, come doveva essere, e che se anche qualche volta ruzzolava a terra, alla fine avrebbe comunque ritrovato il proprio posto. Ecco perché era venuta a Kano, per quella limpida pace.