Minoica
by Ivano Mingotti
(*)(*)(*)(*)( )(72)
Arianna è la famosa figlia di Minosse, re di Creta e dei cretesi. Arianna cerca la libertà dalla figura imponente del padre, da quella discussa della madre, Pasifae, e dalle storie che spesso la plebe racconta sul fratello, il famoso Minotauro. Arianna, dal palazzo del porto, vede le navi cretesi to... More

The Grand Wazoo's Review

The Grand WazooThe Grand Wazoo wrote a review
01

Ivano Mingotti stavolta si cimenta con il mito, il Minotauro. E rilegge a modo suo le vicende di Arianna e Teseo, con sullo sfondo Minosse, Pasifae e il mostro mezzo uomo e mezzo toro.
Quando leggo Mingotti, sono portato ad "accelerare" il ritmo della mia lettura. Credo dipenda dal suo ripetere, forse per una volta di troppo, concetti e sensazioni e dall'uso della punteggiatura, che rende incalzante e quasi frenetica la cadenza, il tempo della lettura. Spesso dovevo "rallentarmi" quasi a forza, mentre leggevo. A volte c'è bisogno di masticare, meditare, assorbire ciò che si legge, con più lentezza, per farlo proprio. Ma forse dipende da me, non è affatto escluso.
La trama è plausibile, una versione dal punto di vista di Arianna, principessa di Creta, che nel libro di Mingotti assume un ruolo diverso e più protagonista. Le sue pulsioni da adolescente alla prese con l'amore e i rapporti viziati con gli importanti genitori, sono descritti in modo efficace. E la sua muta e cieca ribellione finale ne è la conseguenza.
Mi piacerebbe aprire un piccolo dibattito con l'autore, sul significato e il senso che si deve dare alle ultime due parole del libro (che qui non trascrivo per ovvie ragioni).