Nuovi dialoghi sulle lingue e sul linguaggio
Nuovi dialoghi sulle lingue e sul linguaggio

Nuovi dialoghi sulle lingue e sul linguaggio

Curated by Nicola Grandi, Contributions by Aldo Tollini, Paolo Leonardi, Stefano Gensini, Pierluigi Cuzzolin, Giorgio Manzi, Glauco Sanga, Gabriele Iannàccaro, Federico Condello, Paolo Di Giovine, Fabio Di Vincenzo, Simone Masin
( )( )( )( )( )(0)
0Reviews0Quotations0Notes
Description
Sommario: Un unico animale parlante?: linguaggio e mente fra umani e (altri) animali: un tema di confine Stefano Gensini - comunicazione acustica e sviluppo di codici comunicativi nell’uomo e negli altri animali Simone Masin - ‘Dare i nomi alle cose’: tra riferimento e significato Paolo Leonardi - le parole tra forma e sostanza Michele Prandi - Alla ricerca delle origini: apprendimento imitativo ed evoluzione del linguaggio: una prospettiva darwiniana Fabio Di Vincenzo, Giorgio Manzi - ricostruire il passato: sulla problematica dipendenza del dato linguistico dal reperto archeologico Paolo Di Giovine - Sulla nozione di ‘classico’: ma esistono lingue ‘classiche’? Pierluigi Cuzzolin - dato un ‘classico’, qualche conseguenza: appunti sulla paradossale diacronia della classical reception Federico Condello - Scrivere le lingue, scrivere le culture: antropologia della scrittura Glauco Sanga - per iscritto. Uno sguardo strutturale e sociale Gabriele Iannàccaro - la scrittura della lingua giapponese moderna tra logografia e fonografia Aldo Tollini - Bibliografia – Indici: indice dei nomi - indice delle lingue - indice delle cose notevoli - Note sugli autori.

Presentazione: L’uomo è l’unico animale che ha occupato la quasi totalità del mondo, con l’eccezione degli ecosistemi più estremi. L’uomo è anche, secondo la fortunata ed abusata definizione di Aristotele, l’animale parlante: cioè l’animale che, più di ogni altro, ha sviluppato un sistema di comunicazione creativo. È possibile stabilire un nesso tra queste due specificità? Questo volume, che rappresenta il seguito naturale di Dialoghi sulle lingue e sul linguaggio (Pàtron, 2011), ripercorre alcuni aspetti cruciali del percorso di sviluppo della facoltà di linguaggio, prendendo le mosse proprio dalla sua presunta unicità nell’ambito del regno animale. E mostrando come le abilità cognitive su cui essa si fonda e che paiono il requisito essenziale per la cosiddetta ‘onnipotenza semantica’ delle lingue umane non siano in realtà caratteristica esclusiva della nostra specie. Naturalmente, la possibilità di ripercorrere a ritroso le storie delle lingue storico-naturali e di ricavare, da esse, elementi in grado di supportare i dati biologici e paleoantropologici nella ricostruzione della genesi della facoltà di linguaggio deve tener conto degli oggettivi limiti di documentazione, dell’evidente squilibrio nella sua distribuzione areale (con il conseguente sbilanciamento a favore di alcune realtà linguistiche, a partire dalle cosiddette ‘lingue classiche’) e del ruolo, cruciale, della scrittura, che, nascendo indipendentemente dalle lingue, quando ne incontra la storia contribuisce ad accrescere il loro potenziale. Questi - e altri - temi vengono affrontati nel volume in una prospettiva interdisciplinare, attraverso la condivisone di dati e modelli di analisi provenienti da ambiti del sapere diversi. Scritti di Federico Condello, Pierluigi Cuzzolin, Paolo Di Giovine, Fabio Di Vincenzo, Stefano Gensini, Gabriele Iannàccaro, Paolo Leonardi, Giorgio Manzi, Simone Masin, Glauco Sanga, Aldo Tollini.

Community Stats

Have it in their library

0

Are reading it right now

0

Are willing to exchange it

About this Edition

Language

Italian

Publication Date

2013

Format

Paperback

Number of Pages

229

ISBN

8855532278

ISBN-13

9788855532273