Occhi verdi
by Lucius Shepard
(*)(*)(*)(*)( )(49)
C'è chi li chiama "zombie", e chi invece preferisce usare la definizione ufficiale di PAIB, ovvero Personalità Artificiali Indotte Battericamente, ma la sostanza non cambia: sono persone clinicamente morte che grazie al trattamento del professor Ezawa vengono riportate in vita, dimostrando inoltre d... More

All Reviews

5
Bert CamembertBert Camembert wrote a review
00
Spoiler Alert
Nella Lousiana "cajun" vengono condotti da una fondazione scientifica degli esperimenti a dir poco strani sui cadaveri. Vengono infatti iniettati nel cervello di alcune salme dei batteri che hanno la facoltà di risvegliare l'attività cerebrale e quindi di resuscitare questi morti. Alcuni di questi "risvegli" durano poche ore altri molto di più. Donnell Harrison appartiene a questa seconda categoria. Aiutato da Jocundra, una ragazza della fondazione che lo assiste, decide di non fare da cavia per progetti da scienziati pazzi e di fuggire dalla clinica dov'è rinchiuso. Assieme alla ragazza cominciano a girare per le paludi della Louisiana. I batteri hanno risvegliato in lui facoltà paranormali e Donnell comicia a farsi una fama come curatore. Ha bisogno di molti soldi per costruire uno strumento che gli permetta di neutralizzare i batteri che piano piano stanno consumando la sua energia vitale. Per questo accetta di unirsi alla corte dei miracoli di Otille Rigaud, donna estremamente ricca e potente, affascinata dal voodoo e da tutto ciò che sconfini nel paranormale. Comincia a questo punto un viaggio verso nuove dimensioni e nuovi mondi. Vincitore di premi, questo romanzo di esordio di Shepard riesce a combinare in modo originale logoi e situazioni tipiche della narrativa horror e fantascientifica, ed a produrre un'opera più che valida. Una pecca dell'autore è l'aver adottato uno stile particolarmente verboso che se da una parte lascia poco alla fantasia del lettore dall'altra richiede, sempre a quest'ultimo, un notevole sforzo per ricostruire le scene dal caleidoscopio dei dettagli.