Oggetti smarriti
by Shaun Tan
(*)(*)(*)(*)(*)(323)

Lorelai's Review

LorelaiLorelai wrote a review
45
(*)(*)(*)(*)(*)
Ci sono cose che non vedi se non le cerchi..
Generalmente si leggono libri fatti di parole, su pagine in biano e nero, raramente con quache illustrazione..questa volta, invece, in modo del tutto inaspettato, ho trovato nella libreria di un'amica questa splendida graphic novel..un piccolo gioiello! :)

Shaun Tan, illustratore e scrittore australiano (di origini malesi), ci propone due storie meravigliose. La prima è Oggetti smarriti - di cui probabilmente avete visto il corto (fantastico anche questo..vi consiglio caldamente di vederlo..straordinario! Se non vi foste già decisi a farlo, sappiate che ha anche vinto il Premio Oscar!): parla di un ragazzo in cerca di tappi sulla spiaggia per la sua incredibile collezione che, all'improvviso, nota qualcosa di abbandonato/perso.., completamente invisibile agli altri nonostante le sue notevoli dimensioni e il suo sgargiante colore rosso. Commovente il campanellino che suona sull'illustrazione quando il piccolo (forse poi non così tanto!) uomo gli si avvicina e lo nota in quel mondo di indifferenza generale, in quella monotona realtà. Non vi anticipo altro perchè la storia bisogna godersela: un libro illustrato ha anche il pregio di regalare al lettore un viaggio personale..
La seconda storia, un po' "nascosta" ma anche questa di rara bellezza, è L'albero rosso: protagonista è una bambina, che trascorre i suoi giorni nella più profonda apatia, in un grigiume inusuale per la sua età, priva di espressione..tant'è che non ha neanche quasi la bocca per sorridere..da puro graffito, monodimensionale, deciderà di diventare qualcosa di vivo..una figura a tutto tondo.

Le poche parole presenti ci guidano, sembrano volerci "svegliare", farci vedere/sentire e, perchè no?!, volere di più..essere più partecipi della realtà circostante. Non solo gli "oggetti" ma anche le persone possono diventare "trasparenti" se si comincia a non farci più caso..

Quelle proposte in questo volume sono storie un po' di denucia e rappresentano il mondo in cui viviamo..di cose che non vedi finchè non le cerchi. Cose smarrite che, se guardate, ci stupiscono per quanto sono numerose.

Da leggere, riguardare e sfogliare perchè un'immagine, quasi sempre, racconta più di mille parole..
LorelaiLorelai wrote a review
45
(*)(*)(*)(*)(*)
Ci sono cose che non vedi se non le cerchi..
Generalmente si leggono libri fatti di parole, su pagine in biano e nero, raramente con quache illustrazione..questa volta, invece, in modo del tutto inaspettato, ho trovato nella libreria di un'amica questa splendida graphic novel..un piccolo gioiello! :)

Shaun Tan, illustratore e scrittore australiano (di origini malesi), ci propone due storie meravigliose. La prima è Oggetti smarriti - di cui probabilmente avete visto il corto (fantastico anche questo..vi consiglio caldamente di vederlo..straordinario! Se non vi foste già decisi a farlo, sappiate che ha anche vinto il Premio Oscar!): parla di un ragazzo in cerca di tappi sulla spiaggia per la sua incredibile collezione che, all'improvviso, nota qualcosa di abbandonato/perso.., completamente invisibile agli altri nonostante le sue notevoli dimensioni e il suo sgargiante colore rosso. Commovente il campanellino che suona sull'illustrazione quando il piccolo (forse poi non così tanto!) uomo gli si avvicina e lo nota in quel mondo di indifferenza generale, in quella monotona realtà. Non vi anticipo altro perchè la storia bisogna godersela: un libro illustrato ha anche il pregio di regalare al lettore un viaggio personale..
La seconda storia, un po' "nascosta" ma anche questa di rara bellezza, è L'albero rosso: protagonista è una bambina, che trascorre i suoi giorni nella più profonda apatia, in un grigiume inusuale per la sua età, priva di espressione..tant'è che non ha neanche quasi la bocca per sorridere..da puro graffito, monodimensionale, deciderà di diventare qualcosa di vivo..una figura a tutto tondo.

Le poche parole presenti ci guidano, sembrano volerci "svegliare", farci vedere/sentire e, perchè no?!, volere di più..essere più partecipi della realtà circostante. Non solo gli "oggetti" ma anche le persone possono diventare "trasparenti" se si comincia a non farci più caso..

Quelle proposte in questo volume sono storie un po' di denucia e rappresentano il mondo in cui viviamo..di cose che non vedi finchè non le cerchi. Cose smarrite che, se guardate, ci stupiscono per quanto sono numerose.

Da leggere, riguardare e sfogliare perchè un'immagine, quasi sempre, racconta più di mille parole..

Comments

0
Tengo conto del suggerimento!
0
Tengo conto del suggerimento!
1
@Roberto: non rimarrai deluso..il corto d'animazione è meraviglioso! :)
1
@Roberto: non rimarrai deluso..il corto d'animazione è meraviglioso! :)
1
cara L/H commento coinvolgente assai e, naturalmente, il corto era effettivamente ... da Oscar ... Grazie!!
1
cara L/H commento coinvolgente assai e, naturalmente, il corto era effettivamente ... da Oscar ... Grazie!!
0
@ Albus: sono strafelice che ti sia piaciuto!! Grazie a te per esserti fatto..contagiare! :))
0
@ Albus: sono strafelice che ti sia piaciuto!! Grazie a te per esserti fatto..contagiare! :))