Oltre l'invisibile
by Clifford D. Simak
(*)(*)(*)(*)( )(109)
In riva a un fiume, su Aldebaran XII, c'è un'astronave schiantata. Intorno giacciono i cadaveri semicarbonizzati di cinque uomini. Ma non si tratta di un incidente; e tra i cinque «umani» c'è una leggera differenza: tre sono uomini mentre gli altri due, distinti soltanto da un segno sulla fronte, «n... More

by Ax's Review

by Axby Ax wrote a review
02
(*)(*)(*)( )( )
Salti temporali
Leggere Simak è sempre un'esperienza particolare.
Come autore di fantascienza, la sua visione del mondo e della vita viene spesso e ingiustamente travisata e accostandola ad una visione ingenua.
Egli ha sempre anteposto gli aspetti umanistici a quelli tecnologici, sfruttando la lungimiranza della fantascienza per indagare le aspirazioni e i limiti dell'Uomo proponendo uno stile morbido, a tratti gentile, ma diretto.

Dietro molte delle sue parole c'è un grande rispetto e amore per la Vita, qualunque vita, come dimostrano i numerosi 'alieni' portati sulle pagine, distanti anni luce da quella visione di Mostri che altri suoi colleghi affibbiano loro semplicemente perché non appartenenti alla razza umana.

Per me non è ingenuità, ma un alto livello di comprensione, la cui sorgente risiede nel Simak uomo e incanalata nel Simak scrittore.

Premessa a parte, il romanzo in questione è più interessante e godibile che altro, con un protagonista che salta nel tempo accompagnato dai paradossi che questo tipo di situazione ha nel suo dna.