Ombre
by Jeffery Deaver, Jill D. Block, Joe R. Lansdale, Jonathan Santlofer, Joyce Carol Oates, Kris Nelscott, Lawrence Block, Lee Child, Megan Abbott, Michael Connelly, Nicholas Christopher, Robert O. Butler, Stephen King
(*)(*)(*)(*)( )(136)
Il diner piú famoso d'America, con la sua vetrata piena di luce contro il buio della notte. Una sigaretta fumata di fronte a una finestra aperta, lasciando che il sole penetri nelle ossa.
Una coppia separata da una noia invincibile. Un cinema mezzo vuoto dove una donna aspetta l'uomo che ama. Edward Hopper immortalava frammenti di vita invitando chi guarda a immaginare il resto. Gli autori di questa antologia hanno dato loro respiro e ne è uscita una raccolta di testi – noir ma non solo – pieni di grazia e realismo, in cui a prendere corpo sono i personaggi dei dipinti. In tutti, come nei quadri che li ispirano, la scena americana svela il suo volto magico e oscuro, la sua struggente verità.

All Reviews

31
Marzia RussoMarzia Russo wrote a review
00
Alcune storie mi sono piaciute più di altre.In alcune sono rimasta un po' delusa e dispiaciuta sul finale, sperando di trovarlo diverso o addirittura che la storia continuasse.
Asahi88Asahi88 wrote a review
00
(*)(*)(*)( )( )
Spoiler Alert
Megan Abbott - Lo spogliarello: 3 stelle. Prima storia dell'antologia, che dire, si fa leggere anche se personalmente quando la moglie entra nel locale per cercare suo marito e incontra l'altra che ci lavora (scusate non mi ricordo già più il suo nome) mi sono leggermente persa. Come stavo dicendo, si fa leggere ma non molto della storia.

Jill D. Block - La storia di Caroline: Lasciata, non mi prendeva.

Robert O. Butler - Soir Bleu: 3 stelle +. Anticipo che già il quadro di sé è molto evocativo, la storia non è male, mi ha colpito il finale (il fatto che il pagliaccio si tolga, letteralmente, la faccia per scoprire che è il padre del protagonista, anche se lì qualche dubbio che lui si sia fatto di qualcosa è rimasto) mi ha lasciato un po' triste il tutto, dò una stella in più appunto per il pezzo finale.

Lee Child - La verità su quanto è successo: 3 stelle. Il racconto senz'altro si fa leggere, mi è piaciuto lo stile di Child (dovrei leggere qualcosa di suo...forse) anche se sono rimasta un po' perplessa nella parte finale.

Nicholas Christopher - Stanze sul mare: 3 stelle. L'ambientazione di questo racconto mi è piaciuta parecchio, mi ha quasi rilassata. Anche come viene spiegato il culto della loro morte mi ha intrigata. Ma il fatto che poi lei (alla morte del cuoco) esce e se ne và, ecco lì mi ha lasciata tra lo spiazzato e indifferente.

Michael Connelly - Nighthawks: 2 stelle. Mi dispiace dare un voto così basso (fin'ora) a un'autore così famoso, e sopratutto a un quadro così famoso (lo conosco persino io, perciò figuriamoci!) ma già che parti mettendo nel racconto il personaggio delle tue saghe (partendo dal pressuposto che io le ho lette le suddette e perciò conosco il tizio in questione) beh, mi fa partire un embolo, se poi la storia è pure banale...né fa partire un'altro e adios.

Jeffery Deaver - L’incidente del 10 novembre: Lasciata. Si l'ho fatto...ho abbandonato qualcosa scritto da Deaver, che caro mio...tu per me scrivi divinamente ma proprio un racconto di guerra (argomento che io evito come la morte) mi dovevi scrivere? Eh? Tra tante cose proprio quello ti ha ispirato quel quadro? Mah!

Stephen King - La sala della musica: 3 stelle. Senza infamia e senza lode. Si fa leggere, ma di sicuro non è il miglior racconto che King ha scritto.

Joe R. Lansdale - Il proiezionista: 4 stelle. Ecco devo dire che tra tutti i racconti questo è stato quello che mi ha catturato di più, e devo essere sincera anche quello che mi ha sorpreso di più ricordandomi dopo dove veniva l'ispirazione. Che dire? Sempre grande Joe!

Joyce C. Oates - La donna alla finestra: 2 stelle. Mamma mia...la noia, cioè all'inizio leggevo leggevo, mi sembrava che le pagine fossero fatte di catrame... Una noia sto racconto che alla fine ho dovuto saltarlo per forza.

Kris Nelscott - Natura morta 1931: Lasciata. Altro autore che ha infilato il personaggio dei suoi libri. Inutile dire che anche questo non conosco e perciò, per pura ripicca l'ho lasciata.

Jonathan Santlofer - Finestre di notte: 2 stelle.

Lawrence Block - Autunno, tavola calda: 3\4 stelle.

opinione scritta il 19\09\18
Milady133Milady133 wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)(*)
As in all anthologies, not all the stories were to my liking, but most of them were highly enjoyable, and it was worth reading it.
- Girlie Show, by Megan Abbot: The story was OK, it didn't appeal specially to me, but I didn't disliked it overall. I found the vocabulary difficult sometimes, I don't know if it is because is set in an specific time period that I don't read a lot about, so I'm not used to it. There were some references to objects and popular products from that time period that I had to guess from context (or Google them)
- The Story of Caroline by Jill D. Block: I liked the story, the picture of the characters and their feelings.
- Soir Bleu by Robert Olen Butler: Didn't liked it much. Probably it was a good story, but it left me with a sour feeling.
- The Truth About What Happened by Lee Child: Good story, entertaining and with a final twist, fun read.
- Rooms by the sea, by Nicholas Christopher: I didn't like the story much, but it called my attention that it was centered on Basque people, maybe the author has some relation to them, I didn't find anything on the brief biography I found on Internet
- Nighthawks by Michael Connelly: I liked this story, it is a short tale with Harry Bosch, I haven't read any of Bosch's novels, but given the rythm of this one, I'll probably read some in the future.
- The Incident of 10 November by Jeffery Deaver: I enjoyed this story, I nice cold war story written as a report of the incident, in which the Hotel by a Railroad picture is involved.
- Taking Care of Business by Craig Ferguson: Good story, a bit gloomy at the beginning, specially considering the presentation of the author, but I enjoyed it.
- The Music Room by Stephen King: Good story, a quiet picture transformed into an unsettling situation.
- The Projectionist by Joe R. Lansdale: I liked the story a lot, a small an anonymous fellow becomes the hero of the story, but still he looses.
- The Preacher Collects by Gail Levin: Interesting, left me wondering if this is fiction or a real story, given the background of Mrs. Levin.
- Office at Night by Warren Moore: Nice story, very interesting story about a young woman going to the big city looking for a future out of her home in a small town.
- The Woman in the Window by Joyce Carol Oates: Good, although it left me disheartened, a woman waiting for her lover and the lover walking to meet her.
- Still life 1931 by Kris Nelscott: Good story, I liked a lot. As usual with Kris' stories, the picture of the character while the story evolves is fantastic.
- Night Windows by Jonathan Santlofer: A good story of a hunter watching his next victim.
- A Woman in the Sun by Justin Scott: A very short story, but it left me wanting to know more about the situation, I was dissapointed the story wasn't longer.
- Autumn at the Automat by Lawrence Block: Really liked it, it was fun and a good twist.
monica68 libri di cartamonica68 libri di carta wrote a review
00
(*)(*)(*)( )( )