One Hundred Years of Solitude
by Gabriel Garcia Marquez
(*)(*)(*)(*)(*)(26,515)

All Quotations

Victoria PageVictoria Page added a quotation
00
Il mondo era così recente, che molte cose erano prive di nome, e per citarle bisognava indicarle col dito.
Victoria PageVictoria Page added a quotation
00
Il mondo era così recente, che molte cose erano prive di nome, e per citarle bisognava indicarle col dito.
VavybooksVavybooks added a quotation
01
"Gli dica", sorrise il colonnello, "che non si muore quando si deve, ma quando si può"
VavybooksVavybooks added a quotation
01
"Gli dica", sorrise il colonnello, "che non si muore quando si deve, ma quando si può"
VavybooksVavybooks added a quotation
01
Non capiva perché fossero state necessarie tante parole per spiegare quello che si provava in guerra, quando ne bastava una sola: paura.
VavybooksVavybooks added a quotation
01
Non capiva perché fossero state necessarie tante parole per spiegare quello che si provava in guerra, quando ne bastava una sola: paura.
VavybooksVavybooks added a quotation
01
molti ritennero di essere stati vittime di una nuova e macchinosa cosa da zingari, di modo che decisero di non tornare più nel cinema, stimando di aver già abbastanza guai propri senza bisogno di piangere per soprammercato a causa delle simulate sventure di esseri immaginari.
VavybooksVavybooks added a quotation
01
molti ritennero di essere stati vittime di una nuova e macchinosa cosa da zingari, di modo che decisero di non tornare più nel cinema, stimando di aver già abbastanza guai propri senza bisogno di piangere per soprammercato a causa delle simulate sventure di esseri immaginari.
FrensiFrensi added a quotation
02
Non si muore quando si deve, ma quando si può.
FrensiFrensi added a quotation
02
Non si muore quando si deve, ma quando si può.
Giovanni RuoccoGiovanni Ruocco added a quotation
01
Tuttavia, prima di arrivare al verso finale, aveva già compreso che non sarebbe mai più uscito da quella stanza, perché era previsto che la città degli specchi sarebbe stata spianata dal vento e bandita dalla memoria degli uomini nell'istante in cui Aureliano Babilonia avesse terminato di decifrare le pergamene, e che tutto quello che vi era scritto era irripetibile da sempre e per sempre, perché le stirpi condannate a cent'anni di solitudine non avevano una seconda opportunità sulla terra.
Giovanni RuoccoGiovanni Ruocco added a quotation
01
Tuttavia, prima di arrivare al verso finale, aveva già compreso che non sarebbe mai più uscito da quella stanza, perché era previsto che la città degli specchi sarebbe stata spianata dal vento e bandita dalla memoria degli uomini nell'istante in cui Aureliano Babilonia avesse terminato di decifrare ... More
Giovanni RuoccoGiovanni Ruocco added a quotation
00
Non capiva perché fossero state necessarie tante parole per spiegare quello che si provava in guerra, quando ne bastava una sola: paura.
Giovanni RuoccoGiovanni Ruocco added a quotation
00
Non capiva perché fossero state necessarie tante parole per spiegare quello che si provava in guerra, quando ne bastava una sola: paura.
Giovanni RuoccoGiovanni Ruocco added a quotation
00
In realtà non gli importava la morte ma la vita, e per questo la sensazione che provò quando pronunciarono la sentenza non fu una sensazione di paura ma di nostalgia. Non parlò finché non gli chiesero quale fosse la sua ultima volontà.
Giovanni RuoccoGiovanni Ruocco added a quotation
00
In realtà non gli importava la morte ma la vita, e per questo la sensazione che provò quando pronunciarono la sentenza non fu una sensazione di paura ma di nostalgia. Non parlò finché non gli chiesero quale fosse la sua ultima volontà.
Giovanni RuoccoGiovanni Ruocco added a quotation
00
Macondo era allora un villaggio di venti case di argilla e di canna selvatica costruito sulla riva di un fiume dalle acque diafane che rovinavano per un letto di pietre levigate, bianche ed enormi come uova preistoriche. Il mondo era così recente, che molte cose erano prive di nome, e per citarle bisognava indicarle col dito.
Giovanni RuoccoGiovanni Ruocco added a quotation
00
Macondo era allora un villaggio di venti case di argilla e di canna selvatica costruito sulla riva di un fiume dalle acque diafane che rovinavano per un letto di pietre levigate, bianche ed enormi come uova preistoriche. Il mondo era così recente, che molte cose erano prive di nome, e per citarle bi... More
enfant terribleenfant terrible added a quotation
05
Quando si ristabilì la calma, i falsi beduini erano spariti dal villaggio e lunghi e distesi sulla piazza erano rimasti, tra morti e feriti, nove pagliacci, quattro colombine, diciassette re di coppe, un diavolo, tre musicanti, due Pari di Francia e tre imperatrici giapponesi.
enfant terribleenfant terrible added a quotation
05
Quando si ristabilì la calma, i falsi beduini erano spariti dal villaggio e lunghi e distesi sulla piazza erano rimasti, tra morti e feriti, nove pagliacci, quattro colombine, diciassette re di coppe, un diavolo, tre musicanti, due Pari di Francia e tre imperatrici giapponesi.