Per Giorgio Orelli by Alberto Nessi, Alessandro Fo, Andrea Zanzotto, Anna Felder, Antonio Rossi, Aurelio Buletti, Cesare Segre, Christian Viredaz, Christoph Ferber, Dante Isella, Donata Berra, Dubravko Pušek, Ermanno Krumm, Fabio Pusterla, Flavio Medici, Gilberto Isella, Giovanni Fontana, Giovanni Giudici, Giovanni Orelli, Giovanni Raboni, Guido Perdojetta, Luca Danzi, Luciano Erba, Maria Corti, Mario Luzi, Massimo Danzi, Mattia Cavadini, Philippe Jaccottet
Per Giorgio Orelli by Alberto Nessi, Alessandro Fo, Andrea Zanzotto, Anna Felder, Antonio Rossi, Aurelio Buletti, Cesare Segre, Christian Viredaz, Christoph Ferber, Dante Isella, Donata Berra, Dubravko Pušek, Ermanno Krumm, Fabio Pusterla, Flavio Medici, Gilberto Isella, Giovanni Fontana, Giovanni Giudici, Giovanni Orelli, Giovanni Raboni, Guido Perdojetta, Luca Danzi, Luciano Erba, Maria Corti, Mario Luzi, Massimo Danzi, Mattia Cavadini, Philippe Jaccottet

Per Giorgio Orelli

by Alberto Nessi, Alessandro Fo, Andrea Zanzotto, Anna Felder, Antonio Rossi, Aurelio Buletti, Cesare Segre, Christian Viredaz, Christoph Ferber, Dante Isella, Donata Berra, Dubravko Pušek, Ermanno Krumm, Fabio Pusterla, Flavio Medici, Gilberto Isella, Giovanni Fontana, Giovanni Giudici, Giovanni Orelli, Giovanni Raboni, Guido Perdojetta, Luca Danzi, Luciano Erba, Maria Corti, Mario Luzi, Massimo Danzi, Mattia Cavadini, Philippe Jaccottet

Curated by Paolo Di Stefano, Pietro De Marchi
(*)(*)(*)(*)( )(1)
0Reviews0Quotations0Notes
Description
«È caduta una bacca, ho pensato / la tua bocca serrata; mi sono / guardato nello specchio: / né giovane né vecchio...». Gianfranco Contini, che conobbe Giorgio Orelli ventenne, studente di lettere a Friburgo e poeta esordiente, ha detto una volta che quando parliamo di Orelli anche noi siamo «né giovani né vecchi». Vorremmo fosse vero. Ma lui sì: Orelli è di quegli uomini fortunati che hanno l'anagrafe «in gran dispitto». Prova ne è che continua a lavorare e a scrivere come ha sempre fatto, con grande energia e allegria, alternando i versi alla narrativa alla critica, ma senza fretta, senza ansia.
L'incontro con i libri di poesia e con gli «accertamenti verbali» di Giorgio Orelli è stato per molti un'esperienza decisiva. E tra la scrittura poetica e la scrittura critica di Orelli circola, come lui direbbe, lo stesso ozono. Per chi voglia capire che cos'è il linguaggio poetico, leggere un saggio critico di Orelli è molto più istruttivo che frequentare qualsiasi scuola di creative writing.
Questo volume, che raccoglie diverse voci di giovani e vecchi amici di Orelli riuniti a fargli festa in occasione dei suoi splendidi ottant'anni, vuole essere un segno concreto di gratitudine: per quello che ci ha insegnato, con la sua presenza e con il suo inimitabile stile, nel lungo studio della poesia e nel grande amore della vita.
Anche a nome di tutti coloro che vi hanno collaborato, siamo lieti di dedicare questo libro a Giorgio, e con lui a Mimma, compagna della sua vita e sua prima lettrice.
Community Stats

Have it in their library

0

Are reading it right now

0

Are willing to exchange it

About this Edition

Language

Italian

Publication Date

May 25, 2001

Format

Paperback

Number of Pages

155

ISBN

8877133503

ISBN-13

9788877133502