Pesca al salmone nello Yemen
by Paul Torday
(*)(*)(*)(*)( )(817)
Alfred Jones, un oscuro e timido ittiologo londinese che lavora per l'ente statale di tutela della pesca, viene incaricato da un ricchissimo sceicco yemenita di collaborare al progetto di introdurre il salmone tra le aride montagne dello Yemen. Alfred, consapevole dell'assurdità del progetto, all'in... More

Luweena's Review

LuweenaLuweena wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )
Torday sceglie di presentare il romanzo alla stregua di un resoconto degli avvenimenti, facendolo raccontare tramite pagine di diario, testimonianze, articoli di stampa.
Cosa è successo durante il presunto incidente al fiume a Glen Tulloch?
C’è spazio anche per le fake news che si insinuano all’interno della diatriba tra scienza e politica, laddove quest’ultima preferisce negare gli accadimenti riportati dalla stampa.
La menzogna corrode persino i ricordi, al punto che non si è più in grado di essere fedeli neppure a se stessi, quando si dubita di aver vissuto un’esperienza, sostenendo piuttosto l’autoconvincimento di aver invece sognato.
Cosa resta allora del grande progetto dello sceicco per introdurre la pesca sportiva nello Yemen a beneficio del suo popolo?
Perché un simile progetto ha suscitato l’interesse del Parlamento britannico?
Cosa occorre per farci credere nell’impossibile? La risposta è nel paradosso di Tertulliano: Certum est quia impossibile est. È certo, perché è impossibile.
“Pesca al salmone nello Yemen” segna l’esordio di Paul Torday all’età di 59 anni.