Pet Sematary
by Stephen King
(*)(*)(*)(*)(*)(94)
"La morte è un mistero e la sepoltura è un segreto". Il dottor Louis Creed ha appena accettato l'incarico di direttore sanitario dell'Università del Maine, e con un certo entusiasmo: posizione di prestigio, magnifica villa di campagna dove Eileen e Gage, i suoi bambini, possono crescere tranquilli, vicini gentili e generosi in una cittadina idilliaca lontana dal caos metropolitano. Persino Winston Churchill, detto Church, il loro pigro e inseparabile gattone, sembra subito godere dei vantaggi della nuova situazione. Ben presto, però, la serena esistenza dei Creed viene sconvolta da una serie di episodi inquietanti: piccoli incidenti inspiegabili che coinvolgono i bambini, pericolosi e giganteschi camion che sfrecciano sulla superstrada proprio sotto casa Creed, incontri diabolicamente sorprendenti e, soprattutto, sogni. Sogni oscuri e terribilmente realistici che perseguitano Louis da quando ha visitato il Pet Sematary, il cimitero dove i ragazzi di Ludlow seppelliscono da sempre i loro animali domestici. Ufficialmente. Perché oltre quella radura, nascosto tra gli alberi, c'è un altro terreno di sepoltura, ben più terrificante. Un luogo carico di presagi e di richiami, spaventosi quanto irresistibili, provenienti da un altro mondo. Un luogo dove al dottor Creed toccherà una scoperta raggelante: a volte è meglio essere morti... Pet Sematary, è un vero e proprio classico della letteratura horror, ispirato, parola di King, da un leggendario racconto popolare: "La zampa di scimmia".

All Reviews

10
Vince461Vince461 wrote a review
02
(*)(*)(*)(*)( )
La vita, la morte, il ritorno ...
In una limpida giornata di fine estate ,Il dottor Louis Creed ha appena accettato l'incarico di direttore sanitario dell'Università del Maine, e con un certo entusiasmo, e insieme alla sua la famiglia si trasferisce in un tranquillo sobborgo residenziale di una cittadina del Maine. Non lontano dalla loro casa, al centro di una radura, sorge Pet Sematary, il cimitero dei cuccioli, un luogo dove i ragazzi del circondariato, secondo un'antica consuetudine, usano seppellire i propri animaletti. Ma ben presto la serena esistenza dei Creed viene sconvolta da una serie di episodi inquietanti e dall'improvviso ridestarsi di forze oscure e malefiche. Da questa breve trama qualcuno non conoscendo King ,potrebbe pensare in una lettura scontata senza troppi colpi di scena , la verità è che chi conosce King, sa che non esiste nulla di scontato in quello che scrive , perchè Pet Sematary non l'unico luogo di sepoltura , esiste un luogo molto più pericolo dove seppellire sia gli animali, sia gli essere umani,qualcosa in grado di riportare in vita chi viene seppellito, un antico luogo di sepoltura ,cambiando la persona che è tornata in vita in modo radicale. Per evitare spoiler vi dico che questo libro è incentrato sul concetto della vita e della morte .La morte è da sempre un grande interrogativo per l'uomo che da sempre si batte non solo per sconfiggere le cause "innaturali", che fanno terminare la vita prima del giusto tempo, ma anche per svelare i misteri dell'aldilà. Una lettura che vi farà riflettere tantissimo su cosa abbiamo perso( un amico, un conoscente , una madre , un padre), è se esiste qualcosa oltre la nostra vita terrena , perchè il tempo e qualcosa d'ingiusto ed è l'unica cosa che non può essere controllata dall'uomo , perchè la stessa vita a volte e cosi ingiusta, se c'è la possibilità di ritardare o annullare addirittura la morte tutti concetti che troverete in Pet Sematary, da leggere perchè vi emozionerà tantissimo, per i temi trattati e anche per la storia che ad un certo punto diventa più tragica e molto più triste .
JacqJacq wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)(*)
RomeomuratoriRomeomuratori wrote a review
01
(*)(*)(*)(*)(*)
RaflesiaRaflesia wrote a review
09
(*)(*)(*)(*)( )
“Quello che ottieni a qualsiasi costo è tuo, e quello che è tuo prima o poi torna da te.”
Louis Creed è un giovane medico che, in una giornata di fine estate, si trasferisce insieme alla moglie Rachel e ai loro due bambini, Ellie e Gage in una tranquilla cittadina del Maine.
Non tanto distante dalla loro casa sorge un cimitero degli animali dove i ragazzini del luogo seppelliscono i loro animaletti dopo il loro trapasso.
L’esistenza della famiglia Creed presto viene sconvolta da una serie di disgrazie e dall'improvviso ridestarsi di un’entità oscura che sembra legata proprio a quel cimitero.
L’amore che va oltre ogni barriera e che osa sfidare anche la morte. E’ il punto focale di questo romanzo.
Lo lessi per la prima volta anni fa e non mi era piaciuto, dopo aver rivisto in televisione l’estate appena trascorsa i due film, la prima versione del 1990 e il suo remake(fatto male tra l’altro) del 2019 ho deciso di rileggerlo. E’ stata una scelta positiva, perché l’ho totalmente rivalutato, è per me il miglior romanzo di King letto fino a questo momento, una storia agghiacciante ma allo stesso tempo amara e malinconica, la storia di un uomo che, follemente innamorato della sua famiglia, non esita a sfidare e a oltrepassare quel limite invalicabile purtroppo con esiti terribili.
Purtroppo ho notato i soliti difetti che si porta dietro questo scrittore, ci sono alcuni parti per me superflue, ripetitive e ridondanti ma la sua prosa è fluida e coinvolgente, perde un po’ nel finale dove mi aspettavo un po’ più di azione a dire la verità ma il risultato finale è più che soddisfacente, come scritto sopra è il romanzo migliore che abbia letto finora di questo scrittore.
Comunque sia un libro che fa per me riflettere sulla perdita, sulla non accettazione e sull'amore che supera ogni tipo di barriera.

“E’ subito tardi per tutto, sempre.”
Marika86Marika86 wrote a review
02
(*)(*)(*)(*)( )
A me piacciono molto i libri di King, di solito non me ne perdo mezzo, ma ammetto che questa volta ho comprato il libro perchè era l'argomento del momento, nonostante ciò non ne sono rimasta delusa. Certo King ha decisamente scritto libri migliori, ma nel complesso anche qui ritroviamo la sua scrittura, i suoi tipici personaggi, le sue avventure.
La storia si basa sulle avventure della famiglia Creed che da pochissimo si è trasferita nel Maine e che sicuramente non si aspettava che la propria vita venisse sconvolta improvvisamente. Tutto inizia con la morte di Church il gatto della figlia maggiore, il papà non volendo deludere la propria figlioletta inizia a pensare a come spiegarle i misteri della morte, ma proprio in questo momento interviene il vecchio vicino di casa che gli racconta una storia un pò particolare e lo mette a conoscenza del segreto di quei boschi, dove aleggia il mistero. Il dottor Creed accetta il racconto del vicino, insieme si recano a seppellire il gatto e da questo momento in poi tutto cambia. Church torna ma qualcosa è cambiato in lui, tutti sembrano accorgersene ma nessuno dice nulla, e la vita può continuare a scorrere normalmente finchè la vita della famiglia Creed non viene sconvolta improvvisamente. Ed è a questo punto che tutto cambia, che il male entra nelle loro vite e nulla sarà più lo stesso. Il segreto svelato per salvare il gatto verrà utilizzato con un secondo scopo ma quello che tornerà indietro non è quello che ci si aspettava e bisognerà porvi rimedio prima che sia troppo tardi. Ma siamo sicuri che non sia già troppo tardi?
Un libro che si lascia leggere, sicuramente ne ho letti di più coinvolgenti e di più paurosi, ma nel complesso tipico libro che ci si aspetta da King.
Lo consiglio agli amanti del genere o a chi vuole conoscerlo come scrittore partendo da qualche cosa di non troppo forte. Buona lettura a tutti.
Paola RodilossoPaola Rodilosso wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)(*)
Che Stephen King sia il Re del Brivido è ormai noto a tutti, e questo romanzo (anno 1983) i brividi li fa scorrere lungo la schiena, per davvero.
La famiglia Creed (Louis, la moglie Rachel, i due figli Eileen e Gage e il gatto Churchill) si trasferisce in una grande casa in campagna in una cittadina fittizia (indovinate dove?) nel Maine. Se il buongiorno si vede dal mattino, l'arrivo della famiglia nella nuova dimora non è dei migliori perchè piccoli imprevisti rovinano quello che dovrebbe essere un nuovo inizio, una nuova vita... e tutto questo non lascia presagire niente di buono. A rasserenare gli animi, anche se non per molto, è la presenza del vicino di casa, Jud Crandall, ottantetreenne risoluto e rassicurante che per Louis diventerà pian piano una figura paterna. Jud è probabilmente uno degli elementi chiave del racconto, è colui che (per sua volontà o forse no), accende la miccia e dà il via ad una serie di eventi che da irrilevanti diventeranno sempre più importanti, fino a sfuggire totalmente al controllo dei protagonisti, ma che saranno sempre essenziali e che influenzeranno in qualche modo il corso degli eventi.
Il tema affrontato è la morte... è un tema di quelli forti, di quelli che non tutti riescono a fronteggiare, di quelli di cui non tutti riescono a sopportarne il peso. E di questa categoria di persone fa parte la moglie di Louis, Rachel, che a causa di un trauma subìto da bambina non riesce ad essere a suo agio nell'affrontare la morte degli altri e che in qualche modo proietta le sue paure sul resto della sua famiglia. Ma si sa... la morte non fa sconti a nessuno e prima o poi bisogna venire a patti anche con le proprie paure più recondite.
Il tema della morte non è affrontato nella maniera in cui la letteratura di genere usualmente lo tratta (stiamo parlando sempre di un romanzo horror/fantascientifico), ma toccando le corde di sentimenti e sensazioni che tutti potenzialmente potremmo vivere sulla nostra pelle, che sicuramente in un modo o nell'altro vivremo o che purtroppo abbiamo già vissuto. E non è solo un romanzo che parla di morte (sarebbe superficiale ridurlo solo a questo), perchè parla anche di perdita, di frustrazione, di senso di inutilità, di affetto, di amore, di dolore... e di come l'amore per una persona, insieme al dolore di averla perduta per sempre, possano trasformarsi in una totale perdita del controllo delle proprie azioni, manovrate forse da un'estrema sofferenza (o da un deus ex machina) che in un modo o nell'altro riesce a far convergere le energie di tutti verso un unico fine.
Questo romanzo parla di scelte, scelte difficili e non ortodosse, ma parla anche, nell'inverosimiglianza di alcuni passaggi, (ricordiamo sempre che la componente horror/fantascientifica è elemento predominante ma non assoluto) della reiterazione di scelte sbagliate nella speranza che diventino giuste. Tutto questo avviene in una struttura abilmente costruita che porta il lettore ad una consapevolezza sempre maggiore di quello che potrebbe accadere, qualche volta anticipata dallo scrittore, ma che non fa mai rallentare il ritmo incalzante nella lettura. Un epilogo non scontato è la chiosa perfetta di questo percorso narrativo.
Dopo aver letto questo romanzo sono rimasta come inebetita, assorta nei miei pensieri ad immaginare cosa avrei fatto io al posto del protagonista e una risposta non esiste, non può esistere in questi termini... so solo che da quel momento non vedo più un gatto con gli stessi occhi con cui lo guardavo prima.