Petrademone
by Manlio Castagna
(*)(*)(*)(*)( )(64)
Quando arriva a Petrademone, la tenuta fra i monti in cui gli zii allevano border collie, Frida è chiusa in un bozzolo di dolore. Ha perso entrambi i genitori e l’unica cosa che le rimane di loro sono brandelli di ricordi in una scatola. Ma in quello che potrebbe essere il posto ideale dove guarire le ferite dell’anima, qualcosa striscia nell’ombra sotto la grande quercia. I cani della zona spariscono senza un guaito, come se un abisso li avesse ingoiati. La zia, colpita da una malattia inspiegabile, rivela a Frida un importante segreto di famiglia. Insieme ai suoi tre nuovi amici e altri improbabili alleati, la ragazza si ritrova così a indagare fra strani individui che parlano al contrario o per enigmi, un misterioso Libro delle Porte e creature uscite da filastrocche horror. Nessuno è chi sembra o pensa di essere, i poteri si rivelano, i mondi paralleli si toccano. La nebbia si alza densa a Petrademone e, per Frida, Tommy, Gerico e Miriam comincia l’Avventura, quella che cambierà le loro vite per sempre.

Giordano Bruno's Review

Giordano BrunoGiordano Bruno wrote a review
00
(*)(*)(*)( )( )
Piacevole soperta
Niente male questo libro per ragazzi che, finalmente, risulta tranquillamente leggibile anche da adulti. Non conoscevo Manlio Castagna, ma sembra proprio che ci sappia fare. Certo, anche qui, qualche stereotipo di troppo fra i personaggi (uno su tutti: i classici adolescenti buoni, bravi, impavidi e geniali... magari fossero tutti così!), ma la trama si rivela essere un (abbastanza) originale frullato di Stephen King, Stranger things, Goonies con una bella spruzzatina di Lovecraft. Il tutto funziona e, una volta tanto, arrivati in fondo rimane la voglia di proseguire per chiudere quanto rimasto in sospeso e, molto semplicemente, vedere come continua. Credo che prima o poi continuerò la lettura della trilogia sperando che l'autore osi un po' di più non solo con la trama, ma anche con i suoi personaggi. Ho visto che i prossimi due romanzi hanno il doppio delle pagine del primo... speriamo che la cosa non si ritorca contro chi legge!