PKNA #24 by Francesco Artibani, Luciano Milano, Marco Forcelloni
PKNA #24 by Francesco Artibani, Luciano Milano, Marco Forcelloni

PKNA #24

Crepuscolo
by Francesco Artibani, Luciano Milano, Marco Forcelloni

Jacket design or artwork by Claudio Sciarrone, Max Monteduro
(*)(*)(*)(*)( )(53)
0Reviews0Quotations0Notes
Description
Ed ecco l'unico numero bello nella trilogia di Urk (URK - Zero Assoluto - Crepuscolo).
E' quasi Natale e Urk si prepara a tornare nella sua dimensione. Come vi chiederete? Grazie al dislocatore, una macchina che fornisce da finestra ad infiniti mondi paralelli funzionante grazie all'unità croniale (PKNA #13 - Carpe Diem) che il Razziatore credeva scarica. Urk e Pk si preparano al salto dimensionale (Pk, grazie a un dispositivo attaccato allo scudo potrà tornare a casa quando vuole).
Arrivati nella dimensione di Urk, i due vengono accolti bene dal popolo Irochese. Ma la felicità dura poco: Urk viene a sapere che sua sorella Zeryn è partita per una missione rischiosa. Zeryn, essendo una scienziata, aveva elaborato un rimedio contro le Creature (PKNA #11 - Urk), quindi è partita nel territorio nemico. Ma non è più tornata. Quindi Urk e Pk decidono di partire ala sua ricerca insieme a Kiltor, il fidanzato di Zeryn che conosce il luogo in cui la sorella è imprigionata.
I tre partono con un reattore ma vengono attaccati da reattori nemici. L'astronave precipita ed esplode. Riescono a salvarsi solo urk e Pk. E tanto per cambiare Pk perde lo scudo, e con esso la possibilità di tornare a casa. I due girano per il bosco e incontrano Thorval, un boscaiolo che li ospita a casa. Però il boscaiolo rivela di essere un vichingo. Quindi ne arrivano altri con lo scopo di imprigionare i due. Ma dovranno fare i conti con la forza di Urk. Allora i due rubano il reattore nemico e si dirigono verso la base vichinga, impersonificando un vichingo e un prigioniero. Ma l'impersonificazione non va a buon fine. Quindi i due si fanno guidare da un ufficiale al luogo in cui è imprigionata Zeryn.
Proprio mentre Urk e Zeryn si riabbracciavano, si aprì la porta e apparve Kiltor, rivelando di essere un irochese traditore. Rivela anche di essersi salvato dall'esplosione grazie allo scudo di Pk. Entra poi nella stanza il Barone Hasting, il capo dei vichinghi che rivela di voler copiare la tecnologia dello scudo di Pk per potersi liberare dagli irochesi.
Allora Urk e Pk prendono Zeryn e iniziano a scappare rincorsi dai vichinghi. Ma Zeryn chiede al fratello di lasciarla dato che lei ha ancora il rimedio contro le creature. Urk accetta e scappa insieme a Pk. Zeryn, intanto, si ferma di fronte ai vicinghi e usa il Ragnarok (Crepuscolo). Una luce abbagliante copre ogni cosa e i laboratori in cui vengono create le Creature esplode. Infine Urk riesce a prendere la sorella, priva di sensi, e insieme a Pk scappano via con un reattore.
Ma il Barone hasting ha ancora il dischetto con sopra scritte le informazioni dello scudo di Pk. Ma prima di poter scappare...KABOOOOM...esplode il castello.
Tornati dagli irochesi, Pk viene ringraziato da tutti e, prima di prepararsi ad andare via, Urk gli da una lettera da dare a Lyla. Allora Pk torna alla dimensione normale e consegna la lettera.

**********
SPOILER
**********
Nella lettera c'è scritto, oltre a roba inutile, che vuole bene a Lyla, come abbiamo già notato nei numeri precedenti...

Community Stats

Have it in their library

0

Are reading it right now

0

Are willing to exchange it

About this Edition

Language

Italian

Publication Date

Dec 1, 1998

Format

Other

Number of Pages

80

ISBN

A000062403