Ponti di pace. Giulio Andreotti e Giorgio La Pira, il carteggio inedito
Ponti di pace. Giulio Andreotti e Giorgio La Pira, il carteggio inedito

Ponti di pace. Giulio Andreotti e Giorgio La Pira, il carteggio inedito

Curated by Leonardo Sapienza, Roberto Rotondo, Contributions by Gualtiero Bassetti
( )( )( )( )( )(0)
0Reviews0Quotations0Notes
Description
C’è, infatti, una modalità di fare politica – che non fu certo del solo La Pira, ma che lui visse in maniera del tutto essenziale – che deve essere riconsegnata alle giovani generazioni: la politica, cioè, come la capacità «di proporzionare le risorse ai bisogni», secondo il programma che La Pira espresse nel suo primo discorso da Sindaco di Firenze, e come è riaffermato spesso nelle pagine di questo libro. La politica è la capacità degli uomini, della loro intelligenza e della loro volontà, di trovare le risorse per risolvere i problemi degli ultimi. È decisivo, quindi, imparare che il problema degli altri è il mio. Giorgio La Pira lo aveva imparato ad una scuola speciale, quella della eucarestia celebrata coi poveri. È commovente che Giulio Andreotti, ormai molto anziano, riconosca – come si capisce da queste pagine – in La Pira un suo maestro di vita proprio per averlo coinvolto nella messa coi poveri.
Community Stats
0

Have it in their library

0

Are reading it right now

0

Are willing to exchange it

About this Edition

Language

Publisher

Publication Date

Jan 1, 2017

Format

Paperback

Number of Pages

92

ISBN

8872635632

ISBN-13

9788872635636