Porci con le ali
by Marco Lombardo Radice
(*)(*)(*)(*)( )(2,813)

All Reviews

304 + 16 in other languages
SamueleSamuele wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)(*)
PirapintadaPirapintada wrote a review
04
(*)(*)(*)(*)(*)
FairyFairy wrote a review
03
Invotabile
Ho riflettuto a lungo su che voto dare a questo libro. Per non sbagliare, non lo voto. E lo qualifico come "invotabile", e con la testa di una 54 enne mi limito a dire che è quasi "illeggibile".
Eh sì. Perché questo era un libro che andava letto con la testa e il pensiero di quel lontano 1976. Avrei anche potuto leggerlo, di anni ne avevo 12 ma ben difficilmente avrei avuto la giusta maturità per capirne il messaggio.
Quindi, leggerlo ora, non ha alcun senso. E' scadente in tutto: il linguaggio è al limite del volgare, il messaggio di un amore promiscuo è contorto. Rocco sta iniziando a scoprire di essere fatto di carne (pulsante) ma ancora non sa se il piacere glielo può fornire una persona del suo stesso sesso o Antonia. E' un mix di perversione che in fin dei conti è semplice scoperta del proprio io. Il termine "cazzo" quando viene letto, non ha lo stesso senso di quando lo si interpone in un discorso come a voler simboleggiare una sorpresa, un attimo di stupore.
Nel contesto di questo racconto invece si percepisce rabbia, frustrazione, dileggio, oltraggio.
Ho faticato molto a seguirne la logica, ho pensato di abbandonare questa lettura che non aveva senso o meglio non donava il giusto piacere di una lettura scorrevole. Quando diventa stucchevole, perde ogni valore, e presumo che anche un ragazzo o una ragazza Millenial che si ritrova fra le mani questo libricino non tragga più alcun beneficio. La ribellione degli anni '70 non esiste più. Ora spadroneggiano i social, parla Instagram, o meglio parlano le foto e gli hastag.
Giuseppe IorioGiuseppe Iorio wrote a review
01
(*)( )( )( )( )