Quando i cavalli avevano le dita
by Stephen Jay Gould
(*)(*)(*)(*)(*)(174)

Chiara Melli's Review

Chiara MelliChiara Melli wrote a review
02
(*)(*)(*)(*)( )
Nota frivola: la copertina è spettacolare!
Tra le recensioni che avevo trovato di questo saggio ne avevo lette diverse che accostavano Gould a Piero Angela. Assolutamente no! È notevolmente più complesso. Certo, è sempre divulgazione scientifica, ma scritta per un pubblico con buone conoscenze sugli argomenti trattati (paleontologia, genetica, evoluzionismo, geologia), mantenere il filo del discorso e l'attenzione non è stato facile. Gli argomenti erano spesso (Non sempre) molto interessanti, ma richiedono uno sforzo notevole per essere compresi. Questo per avvisare chi potrebbe farsi fuorviare dal titolo o dall'abile descrizione sulla quarta di copertina. È vero, risponde ad interrogativi quali "Le zebre sono animali bianchi a strisce nere o neri a strisce bianche?" "Perché non ci sono animali con le ruote?"(a questo quesito mi sento orgogliosa di dire che avevo azzeccato la risposta 😁... sebbene in natura esista un animale con una sorta di ruota, cosa che ho scoperto qui)...molto accattivanti, ma la spiegazione non è alla portata di tutti! Il saggio numero 10 l'ho abbandonato a metà, non riuscivo proprio a capirlo, ritenterò, ma l'ho trovato di una pesantezza ed una difficoltà non alla mia portata. Il resto posso dire che è davvero interessante. Il saggio numero 20 e 21, dedicati alla critica del creazionismo scientifico (un ossimoro!!!!!) li ho trovati di un'attualità sconvolgente. Riporto alcuni brani ed anche i più ingenui potranno capire a cosa mi riferisco. "[I creazionisti] sono una congrega eterogenea, ma il grosso del loro sostegno pratico si trova nella destra evangelica, e il creazionismo è un semplice pretesto o un tema marginale in un programma politico che vorrebbe bandire l'aborto, cancellare le conquiste politiche e sociali delle donne riducendo il concetto vitale della famiglia a un antiquato paternalismo e richiamare in vita quello sciovinismo e quella diffidenza nei confronti della cultura che preparano una nazione ad essere vittima della demagogia" "I creazionismo stanno tentando di imporre una specifica concezione religiosa, attraverso un atto legislativo, a insegnanti che la rifiutano sia per coscienza che per formazione " "dobbiamo invece combattere quei pochi disonesti che sfruttano i risultati di un modesto livello di istruzione per perseguire guadagni personali e fini politici più generali" . Da solo questo pezzo merita l'acquisto del libro! In sintesi: studiate ed informatevi, altrimenti finirete col credere che la terra sia piatta! 😉
Chiara MelliChiara Melli wrote a review
02
(*)(*)(*)(*)( )
Nota frivola: la copertina è spettacolare!
Tra le recensioni che avevo trovato di questo saggio ne avevo lette diverse che accostavano Gould a Piero Angela. Assolutamente no! È notevolmente più complesso. Certo, è sempre divulgazione scientifica, ma scritta per un pubblico con buone conoscenze sugli argomenti trattati (paleontologia, genetica, evoluzionismo, geologia), mantenere il filo del discorso e l'attenzione non è stato facile. Gli argomenti erano spesso (Non sempre) molto interessanti, ma richiedono uno sforzo notevole per essere compresi. Questo per avvisare chi potrebbe farsi fuorviare dal titolo o dall'abile descrizione sulla quarta di copertina. È vero, risponde ad interrogativi quali "Le zebre sono animali bianchi a strisce nere o neri a strisce bianche?" "Perché non ci sono animali con le ruote?"(a questo quesito mi sento orgogliosa di dire che avevo azzeccato la risposta 😁... sebbene in natura esista un animale con una sorta di ruota, cosa che ho scoperto qui)...molto accattivanti, ma la spiegazione non è alla portata di tutti! Il saggio numero 10 l'ho abbandonato a metà, non riuscivo proprio a capirlo, ritenterò, ma l'ho trovato di una pesantezza ed una difficoltà non alla mia portata. Il resto posso dire che è davvero interessante. Il saggio numero 20 e 21, dedicati alla critica del creazionismo scientifico (un ossimoro!!!!!) li ho trovati di un'attualità sconvolgente. Riporto alcuni brani ed anche i più ingenui potranno capire a cosa mi riferisco. "[I creazionisti] sono una congrega eterogenea, ma il grosso del loro sostegno pratico si trova nella destra evangelica, e il creazionismo è un semplice pretesto o un tema marginale in un programma politico che vorrebbe bandire l'aborto, cancellare le conquiste politiche e sociali delle donne riducendo il concetto vitale della famiglia a un antiquato paternalismo e richiamare in vita quello sciovinismo e quella diffidenza nei confronti della cultura che preparano una nazione ad essere vittima della demagogia" "I creazionismo stanno tentando di imporre una specifica concezione religiosa, attraverso un atto legislativo, a insegnanti che la rifiutano sia per coscienza che per formazione " "dobbiamo invece combattere quei pochi disonesti che sfruttano i risultati di un modesto livello di istruzione per perseguire guadagni personali e fini politici più generali" . Da solo questo pezzo merita l'acquisto del libro! In sintesi: studiate ed informatevi, altrimenti finirete col credere che la terra sia piatta! 😉