Ragazza, donna, altro
by Bernardine Evaristo
(*)(*)(*)(*)(*)(349)
Un romanzo corale con dodici protagoniste: etero e gay, nere e di sangue misto, giovani e anziane; impiegate nella finanza o in un’impresa di pulizie, artiste o insegnanti, matriarche di campagna o attiviste transgender. Cucite insieme come in un arazzo, le loro vite (e quelle degli uomini che le attraversano)

Anna Nardello's Review

Anna NardelloAnna Nardello wrote a review
01
(*)(*)(*)(*)( )
Esistenze comuni che danno un senso a ciò che siamo
Dodici donne per dodici storie di donne, tutte nere o di discendenza nera, tutte londinesi o su per giù, tutte diversissime.
Queste dodici protagoniste - madri, figlie, nipoti, figure importanti e figure ai margini, gente che ce l’ha fatta e qualcuna che ancora ci spera, nonostante le premesse disastrose - raccontano le loro storie offrendo al contempo uno spaccato straordinario della società inglese a cavallo fra il vecchio e il nuovo millennio. Ma non solo. Bernardine Evaristo, con una prosa costruita su un ritmo che sembra musica, dove l’assenza di punteggiatura e la disposizione delle parole sulla pagina ricordano una poesia ma con la forza di un flusso di coscienza, riesce nella straordinaria impresa di tratteggiare tutta la complessità del passato, del presente ma anche del futuro.
Quello che il libro offre è il senso stesso della letteratura: non c’è nulla come il racconto di un’esistenza qualunque che sia capace di illuminare la narrazione del presente, dando un senso a ciò che siamo e che vorremmo essere.

Lontano dall’apparire didascalico, o anche solo femminista, attivista, portabandiera di un pensiero modaiolo a tratti stucchevole, e nonostante la copertina - che trovo irritante nel suo voler essere catchy - questo libro è un vero capolavoro. Sospetto avrà lunga vita.