Revolutionary Road
by Richard Yates
(*)(*)(*)(*)(*)(3,902)
È il 1955; i Wheeler sono una coppia middle class dei sobborghi benestanti di New York, che coltiva il proprio anticonformismo con velleità ingenua, quasi ignara della sua stessa ipocrisia: la loro esistenza scorre fra il treno dei pendolari, le cenette alcoliche con i vicini, le recite della filodr... More

Laura's Review

LauraLaura wrote a review
00
(*)(*)( )( )( )
Sono anni che tengo il libro ben visibile nella mia libreria ma fino ad ora non ho avuto la curiosita' di leggerlo, forse perche' ne sento parlare in maniera superlativa e, di solito, rifuggo dai libri cosi' lodati perche' nella maggior parte delle volte, quando poi li "affronto" rimango quasi sempre delusa.
America anni '30. I Wheeler sono una tipica famiglia americana che abita nella provincia suburbana. Due figli, un bel giardino, vita da pendolare e impiegato per il padre, quella domestica per la madre. Niente di strano per l'epoca, se non fosse che Frank e April aspiravano ad una vita molto diversa da quella appena descritta: fino a pochi anni prima infatti sognavano di trasferirsi in Europa, senza farsi troppe domande sul futuro. Poi però qualcosa ha cambiato tutto: una gravidanza indesiderata li costringe a mettere da parte i loro sogni e a vivere una vita che li avvilisce profondamente. Il libro descrive uno spaccato di vita americana, dove coppie insoddisfatte si appiattiscono su un modello di vita imposto dalla società.
Il libro e' scritto bene anzi, benissimo ma non mi ha catturata non ho provato emozioni e i libri questo devono fare.
Una menzione speciale va a John Givings, il pazzo schizofrenico, forse l’unica persona reale all’interno di quelle vite farsesche. John che sputa verità e che le sbatte davanti al naso degli attori, facendo crollare il palcoscenico.
LauraLaura wrote a review
00
(*)(*)( )( )( )