Ristorante al termine dell'universo
by Douglas Adams
(*)(*)(*)(*)(*)(5,426)
Una gigantesca autostrada cosmica sta per essere costruita nei pressi del sistema solare. Un'uscita secondaria è prevista vicino a un piccolo pianeta azzurro-verde, abitato da primitive forme di vita intelligente, discendenti dalle scimmie. Un pianeta vecchio e inutile, insomma, che va rimosso. Viene

All Reviews

420 + 60 in other languages
EvasoieriEvasoieri wrote a review
00
(*)(*)(*)( )( )
Micky Di NinoMicky Di Nino wrote a review
00
(*)(*)(*)( )( )
00
(*)(*)(*)(*)( )
Recensione completa: feliceconunlibro.blogspot.it/2018/03/ristorante-al-termine-delluniverso.html .

In Ristorante al termine dell'Universo ritroviamo i personaggi principali a cui ci eravamo affezionati nel primo libro. Qui però saranno spesso divisi: Arthur con Ford; e Trillian e Marvin con Zaphod. È proprio quest'ultimo che, secondo me, viene approfondito e sviluppato maggiormente e diventa più apprezzabile agli occhi del lettore.

Che dire, anche in questo secondo volume l'autore dimostra una genialità stupefacente. È impossibile non chiedersi in continuazione come abbia fatto Adams ad inventare tutte le straordinarie creature che popolano la serie, tutti i diversi mondi del Cosmo, e tutti gli strani eventi che il lettore si trova a vivere. E ancora una volta ho riso come nessun altro autore riesce a farmi ridere. L'ironia di Douglas Adams arriva all'improvviso, non te l'aspetti e ti coglie di sorpresa.

Credo che Guida galattica per autostoppisti sia comunque superiore: trovo che in questo secondo volume sia meno presente l'aspetto critico che c'era nel primo, vi è invece una predominanza di elementi prettamente fantascientifici e quindi scollegati dal nostro mondo. Se devo scegliere una cosa che mi è piaciuta di meno inoltre, è stato il finale, perché l'ho trovato un po' troppo amaro rispetto al tono generale dei libri...