Rogue: i ribelli di Talon
by Julie Kagawa
(*)(*)(*)(*)( )(8)
Ember Hill è fuggita dall'organizzazione di Talon per unirsi a Cobalt, drago disertore, e alla sua banda di ribelli. Non riesce però a dimenticare il sacrificio che Garret Xavier Sebastian - cavaliere dell'Ordine di San Giorgio - ha fatto per lei, salvandole la vita pur sapendo che con quel gesto avrebbe

All Reviews

3
PatriziaPatrizia wrote a review
00
Spoiler Alert
Il libro non riprende direttamente dal punto in cui è finito il primo, come mi spettavo. Abbiamo lasciato Ember e Riley che stavano per attaccare e liberare Garret, ma alla fine si scopre che hanno pensato bene di ritirarsi per pianificare come si deve la sua liberazione. Ember sta iniziando a innervosirmi. I triangoli non mi dispiacciono se lei ha le idee chiare su cosa vuole, ma qui Ember tiene il piede in due scarpe, accidenti! E il fatto che non lo faccia apposta non so se può giocare a suo favore. Riley bisognerebbe farlo santo e quando le confessa i propri sentimenti ho pensato "arrivi un po' tardi rispetto a Garret, ma tanto lei non sa nemmeno chi dei due preferisce, quindi immagino non sia importante". Già, quando Garret si è lasciato sfuggire di amarla ho pensato "stupido, e troppo presto! Non vedi che è ancora troppo immatura per sapere qual che vuole?!" Perchè si, Ember è immatura e non sa nemmeno cosa significhi pensare a quello che si fa, alle conseguenze e piccolezze del genere. Mi domando come abbia fatto a far innamorare ben due uomini... il fatto che sia spontanea non può aver messo in secondo piano la sua sconsideratezza... Sa solo quello che non vuole: non vuole uccidere, ma non so se si è resa conto di cosa implichi l'unirsi a Riley nella lotta contro Talon (e San Giorgio, tra l'altro). A proposito, tutta la mia stima a Garret che dopo la risposta vaga di Ember alla sua dichiarazione ha preso e se n'è andato.
Per quanto riguarda Wes forse l'ho inquadrato meglio grazie agli scorci sul passato di Cobalt e probabilmente ho la mia risposta alla domanda che mi facevo con Talon, cioè perchè gli umani lavorano per i draghi se per loro equivalgono a cibo. Evidentemente a Talon non dispiace usare il cibo per i suoi scopi se questo è utile.
Andromeda🌙 ♥Andromeda🌙 ♥ wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)(*)
00
(*)(*)(*)(*)( )
Spoiler Alert
E quanto di ritrovi un triangolo alla Aly/Morpheus/Jeb, capisci di dover preparare le bestemmie
E finalmente il seguito di Talon è nelle mie mani… MUAHAHAHAH
L’ho finito da poco e non nascondo che sono già impaziente di leggere il prossimo… Che grazie al cielo non uscirà dopo due anni come al solito.
Devo dire: non mi ha delusa. C’è molta più azione, più complicità tra i personaggi ed è molto più corale del primo. E non dimentichiamoci che ci saranno molto più draghi ihihihih
Ah, quanto ho adorato i combattimenti!
La storia inizia da dove l’avevamo lasciata: Ember e Riley in fuga, Garreth sotto processo e Dante che si appresta a finire il suo addestramento.
Grazie ai vari punti di vista possiamo scoprire cosa succede a tutti i personaggi principali, rendendo la lettura più interessante e ricca di prospettive. E rivelazioni sul fronte amoroso, yeye. Anche se non mi stupirei se tra Dante e Mist nascesse qualcosa che non sia il classico “ti sopporto solo perché dobbiamo lavorare insieme a riportare per la coda tua sorella a Talon”. Ma data la stronzata non ci metterei la mano sul fuoco.
Inoltre, molti capitoli saranno dedicati a Riley e al suo passato. Interessanti, non lo metto in dubbio, ma… Con tutto quello che succede nel libro, non è che t’importi molto di lui, quando ci sono sparatorie, fiammate e squadre d’assalto a go go. È stato un po’ penalizzato sotto questo punto di vista, anche se non mi è di spiaciuto leggere com’è diventato un disertore… Circa.
La storia parte subito in quarta con un processo e un salvataggio. Ormai è palese che Garreth è così preso da Ember da tradire l’Ordine e purtroppo nemmeno Tristan può salvarlo da una bella esecuzione mattutina vecchio stile. Nel frattempo, nonostante il disgusto di Riley, Ember lo costringerà ad aiutarla ad attuare una missione di salvataggio per liberare Garreth. Tuttavia, Dante non se ne starà con le mani in mano. Prendendo il comando di una squadra operativa grazie a uno dei vicepresidenti di Talon, farà di tutto per rintracciare la sorella per convincerla a ritornare in dietro, anche se ovviamente è così idiota da prendersela nel culo. Sì, perché la sua fede è così impeccabile da non accorgersi che stanno giocando con lui.
Con un po’ di difficoltà, Ember, Riley, Wes e un confuso Garreth riescono ad arrivare a Las Vegas, dove teoricamente sarebbero al sicuro… Ma purtroppo sia l’Ordine che Talon li stanno braccando et voilà: trappole a gogo. Ovviamente ci cascano come peri perché non ascoltano mai il povero e vecchio Wes che fa la parte della voce della ragione incompresa, ma in un modo o nell’altro i nostri prodi riescono a fuggire per la centocinquantesima volta. Feriti, ma vivi.
Per quanto riguarda la formazione dell’ennesimo triangolo amoroso (perché fidatevi: tra Riley e Garreth c’è una competizione spietata), devo ammettere che ho una grande paura.
Più che paura è disgusto a dire il vero.
Se la Kagawa mi fa una cosa alla Aly/Morpheus/Jeb m’incazzo come una belva.
“Eh, sì… Ma lei è un drago e la sua parte sputafuoco vuole stuprare Riley, mentre il suo desiderio di essere umana vuole pomiciare con Garreth”
E cazzo no, mi cadono le ovaie! Cioè, ne scegli uno e tanti saluti. Poi ci credo che agli altri due nel frattempo gli si ammoscia a pensare alla concorrenza.
Vi giuro, temo che Ember scelga Garreth per passare con lui tot anni per poi stare con Riley.
Insomma… No.
Ma veniamo ai personaggi:

Ember: non mi è dispiaciuta in questo episodio. Nonostante le difficoltà, il fatto che le sparino sempre addosso e che sia il primo drago ad avere a che fare ferite ustionate e brucature, riesce a non perdere del tutto il sorriso. Certo, c’è sempre il piccolo problema di Dante, ma finalmente si decide a mandarlo a fanculo. Tuttavia, ancora non si rende conto della gravità della situazione, seppure inizi a capire che ormai l’ha cazzata l’ha fatta e non può più tornare indietro. E questo vuol dire che dovrà attaccata alla primadonna di Riley (che di certo non si lamenta). Talon poi la metterà di fronte a una scelta: uccidere Garreth e tornare a Talon, ma ovviamente il pene e magico e vince sempre. Non ho molto altro da aggiungere. Alla fine va tutto bene finché non deve parlare dei suoi sentimenti. In quel caso è peggio di una banda di babbuini balbuzienti. Inoltre… Grazie davvero Ember. Per merito tuo ora ci sarà l’ennesimo libro sull’ennesimo triangolo amoroso della minkia.

Garreth: il nostro ex cavaliere è perso. C’è poco da fare. E non si fa nemmeno troppi problemi a dirglielo: “Ember, sono innamorato di te”. Insomma, è vero che ha rischiato di morire all’incirca un centinaio di volte per mano di tutti i fronti, ha cavalcato il cucciolo di drago che poi ha dovuto trascinare per il deserto (sì, Ember viene colpita per benino), ha dovuto aiutare gli altri a scappare da un gruppo di cecchini, ha dovuto assecondare i capricci di Ember a Las Vegas e si è fatto quasi uccidere in una trappola, ma sperava in una risposta un po’ più concreta alla sua confessione amorosa che un balbettio. E la fine… Dio, la fine… Avrei voluto strozzarlo! O strozzare Ember! Lui capisce che non potrà mai essere ricambiato del tutto e decide di andarsene. Grazie tante. Genio!

Riley: mi ha fatto pena. Non tanto per il rapporto tra lui e Ember (che alla fine sono sempre sul punto di strapparsi i vestiti), ma perché è tipo il “padre” di turno. Tutto responsabilità e preoccupazioni. E intanto st’altra si pomincia quest’altro ahahah Ad ogni modo non capisco tutto il rancore che le lettrici gli lanciano addosso. Ok, è anche colpa sua se la ship EmberXGarreth è in codice rosso ed è davvero una specie di Grumpy Cat versione squamosa, ma alla fine non è male come personaggio. Certo si è svegliato fuori un po’ tardi ed è uno stronzo infido (punto comune con Morpheus), ma senza di lui Ember era già bella che morta. Ah, mi è venuto in mente. Mi fa strano che tutti adorino Morpheus e odino Riley XD Il parallelismo è tutto lì.

Wes: un genio quanto un piccolo mito di rotture di coglioni ahahah Ho adorato ogni singola volta in cui rispondeva male agli altri… e succede spesso.

Dante: gli stupidi non hanno bisogno di presentazioni.

Detto questo direi che non è male. Ha qualche difetto, ma nel complesso dimostra che questa trilogia sta rendendo onore ai grossi amici squamosi di Daenerys. Mi aspetto grandi cose nel prossimo. Qualcosa che magari non sia un triangolo amoroso… per lo meno.