Sei giorni di preavviso
by Giorgio Scerbanenco
(*)(*)(*)(*)( )(228)
Il primo romanzo giallo del futuro inventore del noir italiano. Un famoso attore riceve quotidianamente minacciosi messaggi con la data, il luogo e l’ora della morte. Il caso è affidato al riflessivo Arthur Jelling, archivista della polizia di Boston e investigatore sui generis. Ancora giovane Scerbanenco si dimostra un sofisticato risolutore di enigmi del tutto padrone dei mezzi narrativi.

All Reviews

45 + 1 in other languages
00
(*)(*)(*)( )( )
Mamma mia, che fatica arrivare alla fine! Tre stellette solo per l'affetto letterario che mi lega a Giorgio Scerbanenco e perché si è ripreso a tre quarti dalla fine.
Non che non apprezzi i gialli vintage anni '40, ne ho letto qualcuno, ma questo, forse proprio perché opera prima dell’autore, mi è risultato particolarmente ostico. E dire che amo moltissimo Scerbanenco scrittore di noir milanesi, a cominciare dalla raccolta "Milano calibro 9".
Il mio scarso coinvolgimento non è certo dipeso dallo stile di scrittura, anzi credo sia proprio la diversità di stile nel linguaggio di allora a rendere questo genere di romanzi affascinante. In particolare, ho trovato questo giallo un po' meccanico e fin troppo prolisso nella parte iniziale, con il risultato che il ritmo narrativo ne ha risentito alquanto.
Ma c’è sempre la questione dei gusti - letterari - che variano col tempo: ciò che funzionava bene coi letteri italiani dei degli anni ‘30 e ‘40 non sempre funziona bene con quelli degli anni ‘10 del 2000, più smaliziati, più abituati all’iperrealismo e alla scientificità del crimine televisivo e letterario dei giorni nostri.
Anche il protagonista, Arthur Jelling, mi è sembrato molto sopra le righe: mi sono dibattuta tra la tenerezza provata per un investigatore tanto timoroso e ingenuo e l’irritazione per alcuni suoi comportamenti, propri dei maschi di quell’epoca.
Non abbastanza, comunque, per non concedermi la lettura del secondo romanzo della serie.
Interessante la postfazione di Roberto Pirani.
Gin HarperGin Harper wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)(*)
01
(*)(*)(*)( )( )