Senza perdere la tenerezza
by Paco Ignacio Taibo II
(*)(*)(*)(*)(*)(899)
«Bisogna essere duri senza mai perdere la tenerezza»: è una celebre frase del Che a dare il titolo alla sua biografia. Sempre in equilibrio fra partecipazione e obiettività, Paco Taibo ha utilizzato lettere personali e pubbliche, testimonianze, diari e documenti inediti conservati negli archivi di Cuba: sotto la patina dell'idolo emerge così il ritratto dell'uomo, con la sua tenacia, le idiosincrasie, le letture preferite, gli accessi d'asma, gli innamoramenti non solo intellettuali. Dalla giovinezza nomade e ribelle alle imprese della rivoluzione castrista, dal periodo di governo nella Cuba assediata dagli Stati Uniti alla tragica fine sui monti di Bolivia, la vita del Che è insieme un'incalzante avventura e un affresco storico.

Fenikso's Review

FeniksoFenikso wrote a review
00
(*)(*)(*)( )( )
Tre stelle solo per lo sforzo documentale dell'autore, che sembra aver raccolto parecchio materiale per raccontare la storia di Ernesto Guevara. Sicuramente fu un personaggio fuori dal comune, chi lo considera un'icona della libertà, chi lo definirebbe invece un terrorista. A me ha colpito sinceramente l'evoluzione da sognatore a cinico: nonostante il titolo del saggio a me sembra che la tenerezza strada facendo l'abbia persa eccome. Fra il combattente e lo studente che insegue i suoi sogni su una bicicletta scassata, beh, non c'è dubbio che mi abbia fatto molta più simpatia il secondo. Per il resto, mi astengo da ogni giudizio.