Sorstalanság
by Imre Kertesz
(*)(*)(*)(*)(*)(963)
A Sorstalanság a legmegrázóbb magyar holocaust-regény.
Kertész Imre a valóságra eszmélés stációit rajzolta
meg első jelentős művében.
Hőse egy pesti zsidófiú,
akinek először apját viszik el munkaszolgálatra, majd
ő maga is táborba kerül. Olyan világnak leszünk
tanúi, amelynek poklá
... More

All Quotations

Fabio PollioFabio Pollio added a quotation
00
"Non esiste assurdità che non possa essere vissuta con naturalezza e sul mio cammino, lo so fin d'ora, la felicità mi aspetta come una trappola inevitabile.
Perché persino là, accanto ai camini, nell'intervallo tra i tormenti, c'era qualcosa che assomigliava alla felicità.
Tutti mi chiedono sempre d
... More
SensationDariaSensationDaria added a quotation
00
Tutti mi chiedono sempre dei mali, degli "orrori": sebbene per me, forse, forse questa sia l'esperienza più memorabile. Sì, è di questo, della felicitá dei campi di concentramento che dovrei parlare loro, la prossima volta che me lo chiederanno. Sempre che me lo chiedano. E se io, a mia volta, non l... More
SensationDariaSensationDaria added a quotation
00
Non c'é problema - disse lo zio Miklós - l'aria di casa sistemerá tutto. A casa - annunciò - ci costruiremo una patria nuova
SensationDariaSensationDaria added a quotation
00
In quell'aria dall'odore acre, da lontano, riconobbi senza alcun dubbio il profumo della zuppa di rape. É stato un peccato, perché quella vista, quel profumo hanno scatenato nel mio petto ormai giá sordo un sentimento il cui impeto é riuscito a spillare ai miei occhi aridi un paio di gocce che hanno... More
SensationDariaSensationDaria added a quotation
00
Stavo giá per mettere in dubbio che questi esseri che marciavano accanto a noi fossero veramente e malgrado tutto simili a noialtri, che dopo tutto fossero fatti della stessa materia umana, almeno nella loro sostanza. Poi però mi venne in mente che forse sbagliavo prospettiva perché sicuramente io n... More
SoniettaSonietta added a quotation
00
"...la felicità mi aspetta come una trappola inevitabile. Perché persino là, accanto ai camini, nell'intervallo tra i tormenti c'era qualcosa che assomigliava alla felicità."
AnnaAAnnaA added a quotation
00
... non avrei mai creduto di potermi trasformare tanto in fretta in un vecchio raggrinzito. A casa ci vuole del tempo, almeno cinquanta, sessant'anni: qui tre mesi erano bastati perché il mio corpo mi piantasse in asso.
A casa ... vivevo più o meno in armonia con il mio organismo, questa macchina ..
... More
AnnaAAnnaA added a quotation
00
Tuttavia né l'ostinazione, né la preghiera, né alcun'altra specie di evasione avrebbero potuto liberarmi da una cosa: la fame.
Elly Chan10Elly Chan10 added a quotation
00
Elly Chan10Elly Chan10 added a quotation
00
Non esiste assurdità che non possa essere vissuta con naturalezza.
Elly Chan10Elly Chan10 added a quotation
00
Posso affermare questo: non c'è esperienza per quanto importante, non c'è rassegnazione per quanto assoluta, non c'è saggezza per quanto profonda che ci possa impedire di concedere un'ultima possibilità alla fortuna, premesso che si presenti l'occasione, è ovvio.