Super Eroi Classic vol. 7
by Stan Lee
(*)(*)(*)(*)( )(7)
Contiene: Fantastic Four #11-15 ("Una visita ai Fantastici Quattro", "L'incredibile Hulk", "Il Fantasma Rosso e le sue indescrivibili superscimmie!", "Sub-Mariner e lo spietato Burattinaio", "Il Pensatore Pazzo e il suo terrificante androide!").

All Reviews

1
Sand.こ護士Sand.こ護士 wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )
Al settimo numero della collana Super Eroi Classic, i Fantastici quattro della Silver Age sono ormai un fenomeno editoriale collaudato ed approvato.
Ciò è evidente nel miglioramento delle storie (qui contenute quelle pubblicate nei numeri compresi dall'11 al 15 del 1963) basate su idee più fantasiose e più sicure grazie ai buoni riscontri editoriali ottenuti in quel momento.
Spicca in particolare la storia contenuta al n.13 in cui si percepisce il contesto che fa da sfondo alla produzione: la corsa allo spazio tra Americani e Russi. Qui i sovietici sono i soliti comunisti cattivi, capitanati stavolta dal Fantasma Rosso, dotato del potere di diventare trasparente che ha acquisito esponendosi alle stesse radiazioni del quartetto protagonista. Questo sfida i Fantastici Quattro sulla superficie lunare, che si scopre già essere occupata dall'Osservatore, creatura dotata di poteri sconfinati. Jack Kirby delizia con la sua visione psichedelica.
Nemici ben riusciti non si cambiano, per questo SubMariner torna alla ribalta, stavolta plagiato dal potere ipnotico del Burattinaio (nel n.14) mentre tra i nuovi nemici presentati, spicca il bellissimo "Pensatore" (nel n.15), un criminale che grazie ad un "sofisticato computer" riesce a prevedere tutto ciò che deve succedere, così da prendere il controllo della città. Fallirà per un folle errore: sottovalutare gli imprevisti giocati da Mr.Fantastic.
Interessante la prima storia (n.11) in cui il nemico è "l'uomo impossibile" una creatura aliena che può trasformarsi in tutto ciò che vuole ed in grado di generare il caos in città al solo scopo di attirare l'attenzione.
Assolutamente notevole il primo cross-over con Hulk, presentato come un nemico (n.13), situazione che porta in particolare allo scontro con la Cosa, come a voler rispondere ad un interrogativo di molti lettori (chi tra i 2 è più forte? ) senza però arrivare ad una conclusione ufficiale.