Trilogia di New York
by Paul Auster
(*)(*)(*)(*)( )(6,298)
In una città stravolta e allucinata, in cui ogni cosa si confonde e chiunque è sostituibile, i protagonisti di queste storie conducono ciascuno un'inchiesta misteriosa e dall'esito imprevedibile. Tutto può cominciare con una telefonata nel cuore della notte, come nel caso di Daniel Quinn (Città di v... More

gliese581's Review

gliese581gliese581 wrote a review
03
(*)( )( )( )( )
Torre di Babele
Torre di Babele 
Scrittura molto densa,spesso pesante ed eccessivamente ricca di particolari, ridondante e dettagliata, particolareggiata e  fitta ma nello stesso tempo estremamente  vuota nel senso che non   lascia nulla al lettore perché priva di pathos, con un taglio da saggio giornalistico si perde in meandri narrativi a sé stanti con riferimenti colti continui, assillanti ed insopportabili.
Romanzo prolisso e pedante, vuole inscenare  una sorta di teatro  dell'assurdo un po' kafkiano e nichilista, spesso incomprensibile. Tante, troppe digressioni letterarie  a volte aneddotiche, un libro che non emoziona che gioca su temi ormai fin troppo esplorati dalla letteratura  moderna come quello del doppio,della specularità narratore-autore o del mito faustiano. Tutti i romanzi della trilogia sono inquietanti,  snervanti  e  inconcludenti. Non lo consiglio.