Tu, mio
by Erri De Luca
(*)(*)(*)(*)( )(2,802)
C'è un'estate brusca nell'età giovane in cui si impara il mondo di corsa. Inun'isola del Tirreno, alla metà degli anni Cinquanta, un pescatore che haconosciuto la guerra e una giovane donna dal nome difficile, senza intenzionetrasmettono a un ragazzo la febbre del rispondere. Qui si racconta unarisposta, un eccomi, decisivo come un luogo di nascita. "Tu, mio è un raccontodi superamento della cosiddetta "linea d'ombra", centrato sul passaggio daiprivilegi dell'adolescenza alla ruvidezza della maturità. Oltre le illusionidella giovinezza si apre il campo dell'avventura nell'esistenza; e questaavventura, ogni adolescente lo scopre con dolore, con sofferenza, non potràessere mai cifrata negli schemi delle consolazioni giovanili" Enzo Siciliano.

Criscri7's Review

Criscri7Criscri7 wrote a review
00
(*)(*)(*)( )( )
Erri De Luca riprende i suoi ricordi, portando per mano il lettore sull'isola di Ischia o Procida (non è ben specificato) in cui trascorse l'estate dei suoi 16 anni, durante gli anni Cinquanta, quelli di uno spietato dopoguerra che ha lasciato il terrore negli occhi di chi ha combattuto e un paradossale rallentamento nel riprendersi la propria normale esistenza. Poi c'è lui, il giovane Erri, che trascorre quel mese in compagnia di Daniele e dei ragazzi più grandi, di Nicola il pescatore e dello zio sulla barca, e infine di Caia, la ragazza ebrea romena, un amore impossibile, giovane donna tormentata da un recente terribile passato da cui è riuscita a fuggire.

Nonostante lo abbia trovato indubbiamente bello, a tratti riflessivo e coinvolgente (io adoro il mare e l'estate), sarò sincera, mi pare scorra troppo lentamente, talvolta in maniera macchinosa. Avevo apprezzato molto più lo stile poetico ed evocativo adottato per "I pesci non chiudono gli occhi" che divorai letteralmente.

Recensione completa qui: sakomar.blogspot.com/2020/03/recensione-di-tu-mio-di-erri-de-luca.html