Tutta colpa della mia impazienza (e di un fiore appena sbocciato)
by Virginia Bramati
(*)(*)(*)(*)( )(49)

All Reviews

10
Aquila RealeAquila Reale wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )
Con penna essenziale e delicata, la scrittrice traccia dei personaggi realistici lasciando che siano i fatti a descriverne il carattere e l’indole. La lettura fluida e veloce regala una storia che narra la vita con le sue bellezze e le sue brutture. Racconta del bene e del male, mostra la facilità con cui persone buone e generose possano perdersi in egoismi e meschinità. Mette in luce la complessità dell’animo umano e la dolce carezza dell’amore. La trama della vita si snoda attraverso le pagine del libro a testimonianza che la vita è amore nelle sue mille sfumature. […]

“Tutta colpa della mia impazienza” vi strapperà dei sorrisi ma vi farà anche riflettere su temi importanti, è un romanzo delicato e giovane che vi conquisterà. Ho molto apprezzato l’espediente narrativo della lettera divisa in due. La missiva accoglie il lettore nel presente, gli sussurra alcuni felici eventi che stanno per accadere. Poi si interrompe lasciando che il passato colmi il nostro non sapere. Agnese si presenta ai lettori e narra un periodo complicato della sua vita. Il dolore, la ribellione all’ingiustizia, la voglia di vivere e l’amore che arriva improvviso come un temporale estivo. La protagonista ci conduce per mano attraverso otto anni della sua vita e ci lascia alla seconda parte della lettera che ridona, al presente, tutto il suo splendore. Troverete lacrime e gioie in questo romanzo che non chiude mai le porte alla speranza. Quando tutto sembra finito, la felicità inizia a germogliare. Forse la pazienza e Agnese non si incontreranno mai, poco importa...“Perché, nonostante tutto, l’amore vero merita tutta la nostra felice impazienza.”

Recensione completa sul blog Penna D'oro
pennadoro.blogspot.it/2018/04/tutta-colpa-della-mia-impazienza.html
Ppaaoollaa Ppaaoollaa wrote a review
01
(*)(*)(*)(*)( )
Tutta colpa della mia impazienza è un libro che ho amato per tanti motivi. Per la copertina estiva, dai colori intensi e che trasmette positività. Per la trama che alla storia d'amore affianca temi delicati e un mistero da risolvere che rende ancor più intrigante la vicenda. Per le meravigliose descrizioni dei paesaggi, dettagliate e piacevoli, mai stonate. Per i personaggi descritti con poche pennellate ma facili da immaginare. Per lo stile giovane, fresco, brioso, a tratti ironico, frizzante e moderno. Per l'omaggio alla letteratura in primis a quel Pennac di Come un romanzo. Agnese, quasi diciannovenne, ha perso da poco la madre quando il padre, trincerato dietro al suo dolore, decide di trasferirsi. Catapultata in una nuova realtà tanto distante dalla movida milanese dovrà fare i conti con uno stile di vita diametralmente opposto alla sua indole impaziente. Con l'aiuto del suo amico Adelchi, tanto strano quanto intelligente, inizierà ad amare la sua nuova casa immersa nella tranquilla campagna brianzola scoprendo la bellezza della natura che la circonda e meravigliandosene ogni giorno di più. In cambio Agnese cercherà di risolvere a tutti i costi il mistero che ruota attorno alla morte del padre dell'amico mettendo a repentaglio la sua stessa vita. Nel mezzo sboccera' anche l'amore, quello con la A maiuscola. La storia, che si svolge su 3 piani temporali, viene ricostruita attraverso dei flashback ed è scandita dai ritmi della natura. I capitoli stessi sono denominati secondo la stagione in cui sono avvenuti i fatti raccontati quasi a rimarcare il contrasto tra il carattere impaziente di Agnese e i ritmi dolci e lenti della natura. Un libro leggero perché si legge d'un fiato, perché scritto con delicatezza e poesia, perché lievemente ti entra dentro. E vorresti essere lì anche tu a volteggiare sulla pista da ballo di una piccola festa di paese in una fresca sera d'estate.
Giulia solo ebook <3Giulia solo ebook <3 wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )
Non avevo mai letto nulla di Virginia Bramati, e ho iniziato questo romanzo in modo molto scettico e prevenuto. Invece sorprendentemente, mi è piaciuto e pure tanto. Mi sono piaciutoìi i personaggi, a partire da Agnese, la protagonista, giovane donna in procinto di sposarsi che ripercorre, con una lunga lettera al suo amato, l'inizio e l'antefatto della loro storia. Troviamo un'Agnese ragazzina, liceale che ha appena perso la mamma e che si trova ad affrontare il lutto e il trasferimento in un paesino della Brianza. Qui incontra Adelchi, il secondo protagonista, un po' punk un po' emo, sicuramente sopra le righe ma che si dimostra uno splendido amico e colonna di Agnese nel momento in cui più ne ha bisogno.
Il romanzo si snoda tra continui flash back, un continuo avanti e indietro tra l'arrivo a Terzi e l'estate dell'esame di maturità di Alice e Adelchi, giorni ricchi di novità per Agnese, giorni in cui incontra Marco, giovane medico, altruista e generoso.
E' un romanzo leggero, divertente, ma non banale. Si legge velocemente e lascia con un gran sorriso sulle labbra.
Bella e interessante anche l'ambientazione e la descrizione che la Bertola fa di Terzi e della campagna che lo circonda.
E' un romanzo d'amore ma troviamo un pizzico di giallo che non guasta e da ancora più pepe ad una storia già interessante.
Oltre che all'amore, questo romanzo è un inno all'amicizia, quella con la a maiuscola perchè un amico è davvero un tesoro e non è facile trovarlo (e Agnese lo sa bene) e quando lo trovi va tenuto stretto stretto!
LadyMOLadyMO wrote a review
00
(*)(*)(*)( )( )